LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SARDEGNA: IL nuovo ordine dei beni culturali sardi
Celestino Tabasso
17 MARZO 2006, L'UNIONE SARDA






Lespressione quella tra l'esausto e il soddisfatto di chi, la domenica sera, si tira gi le maniche e sospira: Ho riordinato tutta la biblioteca.
E il riordino annunciato ieri mattina da Renato Soru e da Elisa-betta Pilia di quelli che non si fanno tutti i giorni o tutti gli anni. Anzi, finora non lo si era fatto mai: (o meglio sar, quando il Consiglio dar via libera) la prima volta che una Regione si appropria dei suoi beni culturali. Non per venderli o affittarli: per riorganizzarli e gestirli. Il presidente della Regione e l'assessore alla Cultura ieri hanno presentato alla stampa un progetto costruito con la gomma per
cancellare e la stilografica. La prima serve a eliminare diciotto fra leggi e disposizioni in fatto di musei, beni archeologici, biblioteche e dintorni. La seconda, per mettere nero su bianco il futuro dei beni culturali sardi. Se ne occuper la Regione, stato spiegato, perch il codice Urbani, la riforma federalista e lo Statuto glielo consentono. E con la Regione se ne occuperanno le Province, che avranno il denaro e i poteri per gestire istituzioni ed eventi culturali sul territorio.

LA CORNICE. Soru ha spiegato che il disegno di legge fornisce una cornice e molte certezze sul sistema dei beni culturali. Tra gli scopi della legge, dice il testo, il primo costituire un sistema unico delle istituzioni culturali, biblioteche, dei musei, dei siti e degli archivi per assicurare l'esercizio unitario e coordinato delle funzioni di tutela e valorizzazione dei beni culturali, oltre a renderli pi e meglio accessibili. In collaborazione con gli enti locali ma anche con lo Stato, non foss'altro perch le Soprintendenze (a differenza di quanto accade in Sicilia) fanno capo a Roma e non al capoluogo. Come diceva ieri Soru, non siamo proprietari neanche di un bronzetto o di una pietra .

IL SISTEMA. Chiarito che le pubbliche amministrazioni si regoleranno sul principio della leale collaborazione tra loro e con le Universit, le associazione e la
Conferenza episcopale, la proposta di legge mette a fuoco come prima novit organizzativa l'unificazione dei siti sotto un'unica strategia di gestione e di comunicazione. Uno dei modi per "fare sistema" passa per la comunicazione: dalle brochure informative ai cartelli indicatori, dalla grafica dei biglietti fino alle librerie di ciascuna struttura, tutto seguir standard uguali e predefiniti, in modo che ciascun museo rimandi il visitatore a un sito archeologico o a un altro luogo della cultura.
Se la gestione di un sito archeologico una cosa importante - ha esemplificato Soru - lo ancora di pi se tiene conto di quel che c' a 10 chilometri di distanza, con una promozione reciproca.

ECO ED ARCHEO. La legge non istituisce solo una cabina di regia per la politica della cultura sarda. Tra le novit previste ci sono i parchi archeologici e gli ecomusei. I primi non vivranno di soli nuraghi: Elisabetta Pilia ha spiegato che anche torri costiere, chiese campestri e complessi monumentali rientreranno in questi sistemi aperti, che stanno al museo come un'oasi naturalistica sta a uno zoo. L'idea aprire l'archeologia a tutti i visitatori non professionali, garantendo la salvaguardia ma senza campane di vetro. Gli ecomusei dovranno rigenerare i centri rurali, at-traendo visitatori e turisti lungo sentieri che facciano conoscere i paesaggi, i saperi e le architetture locali. Spetter ai Comuni consorziarsi e seguire l'esempio dei centri piemontesi e valdostani.

ARTE. La terza innovazione esposta dalla Pilia riguarda un settore spesso molto ai margini degli interessi della politica, cio l'arte contemporanea. La giunta vuole promuoverne lo sviluppo, visto che la Sardegna pu contare su molte buone firme, su un'accademia di Belle Arti e sull'esempio della Fondazione Costantino Nivola.



news

22-06-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 22 giugno 2018

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

Archivio news