LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ciclo di seminari: "futuroCONTEMPORANEO. Materiali, metodi e memorie per la conservazione delle arti del XX e del XXI secolo"
Giunta Regionale del Veneto
Regione Veneto

La Giunta Regionale del Veneto ha promosso per l'anno in corso il primo ciclo di seminari "futuroCONTEMPORANEO. Materiali, metodi e memorie per la conservazione delle arti del XX e del XXI secolo". L'iniziativa si inserisce all'interno del programma di valorizzazione dell'arte contemporanea che il Veneto sostiene ai sensi dell'art.45 della L.R.1/2004 (legge finanziaria) e discende dal censimento, svolto nel 2004, delle collezioni di arte del Novecento e del Duemila conservate in 42 musei tra i 340 presenti nella regione.
Il ciclo di seminari, riservato a una trentina tra direttori di musei e tecnici del settore del restauro, prender il via il 22 settembre per concludersi il 26 ottobre con un convegno aperto a tutti nella sede dell'Unesco a Venezia.

Si allegano i files con la presentazione dell'iniziativa, il programma degli incontri e una presentazione dell'azione generale della Regione del Veneto nella valorizzazione dell'arte contemporanea.

Con preghiera di diffusione, si ringrazia.

Dott.ssa Aurora Di Mauro - P.O. Ufficio Musei
Servizio Beni librari e Archivistici, Musei
DIREZIONE BENI CULTURALI
Palazzo Sceriman - Cannaregio 168, 30121 VENEZIA
Tel.diretto: 0412792700


FuturoCONTEMPORANEO
Materiali, metodi e memorie per la conservazione delle arti del XX e del XXI secolo



Una ricognizione promossa dalla Regione del Veneto in collaborazione con la Fondazione Querini Stampalia ed effettuata tra il 2003 e il 2004 allinterno del panorama di oltre trecento musei ha sortito un risultato inaspettato, come dellinaspettato deve essere il museo che vuole dirsi contemporaneo*.
Chi, dunque, si aspettava che nella nostra regione le arti del Novecento fino ai giorni recenti fossero soprattutto presenze episodiche, legate ad esposizioni temporanee (locali o internazionali), ha avuto modo di scoprire, grazie al volume disceso da quella ricognizione, una realt pi articolata: oltre alle poche e pi celebri sedi che ospitano note collezioni permanenti, esistono infatti anche numerosi musei che conservano un patrimonio sommerso che documenta, con accenti diversi, levoluzione artistica del XX secolo.
La mancanza di sufficienti spazi espositivi, segnalata dai direttori e dai conservatori nel corso dellindagine, ha portato molti musei alla necessaria scelta di lasciare nei depositi opere che rischiano non solo di continuare a restare poco note o, persino, dimenticate ma anche di vedere compromessa la loro corretta conservazione. Larte contemporanea, per le sperimentazioni tecniche in essa insite e per lutilizzo di differenti materiali, richiede infatti particolari accorgimenti sia nella collocazione in ambienti adeguati alla conservazione sia nel ricorso a personale specializzato.

Con lintento di offrire un servizio gratuito a quanti hanno la responsabilit di preservare queste collezioni consentendo di far vivere al contemporaneo il tempo futuro, la Regione del Veneto in collaborazione con la Fondazione C.U.O.A. ha promosso un corso dedicato ad esplorare materiali e metodi della conservazione delle arti del XX e del XXI secolo tramite esempi di intervento scelti, tra i molti possibili, allo scopo di costituire la memoria di alcuni dei principali interventi di tutela realizzati nella nostra regione. Grazie alla collaborazione scientifica del noto restauratore Antonio Rava e al supporto di un comitato rappresentativo delle istituzioni coinvolte nelliniziativa**, il corso intende porsi soprattutto come occasione di incontro tra operatori che, a diverso titolo di responsabilit e di ruolo professionale e con differenti provenienze culturali, sono accomunati dal compito di conservare larte del Novecento in situazioni non sempre favorevoli al rispetto di un corretto piano di manutenzione.

Al fine di offrire ai lavori del corso un utile strumento di confronto e di analisi delle diverse tipologie di difficolt affrontate nelle politiche di conservazione attuate dai musei veneti, stato previsto, quale attivit di ricerca interna alliniziativa, linvio ai direttori e ai conservatori di un questionario per rilevare i pi recenti interventi di restauro individuati secondo le diverse tipologie di beni, le cause degli interventi e tutti quegli elementi che sono normalmente alla base della programmazione delle azioni ordinarie e straordinarie di conservazione. I dati raccolti saranno messi a disposizione, in forma aggregata ed anonima, dei partecipanti allo scopo di fornire dati oggettivi agli argomenti di discussione.

Lo scambio di esperienze e di riflessioni che ci si augura si sviluppi nello svolgimento del corso tra docenti e partecipanti risulter utile altres a verificare le opportunit di prosecuzione delliniziativa, consentendo in tal modo di sviluppare in una fase successiva argomenti che in tale sessione non sar stato possibile affrontare o che meriteranno di essere approfonditi. A tal fine, la Fondazione C.U.O.A. metter a disposizione, allinterno del proprio sito, una specifica piattaforma on line per consentire lo scambio di informazioni, la circolazione dei materiali didattici prodotti per il corso, lattivazione di un forum di discussione. Tra gli obiettivi futuri pi significativi a cui molto tiene il comitato scientifico del corso vi altres quello di mettere a disposizione uno spazio permanente di informazione on line sulla gestione del contemporaneo dallacquisizione alla tutela, dalla valorizzazione alla comunicazione che serva da primo accesso per operatori del settore (direttori e conservatori di musei, restauratori, responsabili dei servizi educativi), per i collezionisti e per quanti hanno necessit di trovare un supporto istituzionale nellambito della loro attivit, pubbliche o private, legate allarte contemporanea.

Questa impostazione di tutoring data al corso ha consentito di allargare la partecipazione, negli ultimi tre giorni, a rappresentanti di musei dellarea balcanica con collezioni ed attivit di arte contemporanea. Grazie al contributo della Direzione Regionale Relazioni Internazionali e alla collaborazione dellUnesco Ufficio di Venezia (Regional Bureau for Science and Culture in Europe), il Veneto partecipa con questo corso ad un progetto pilota il cui scopo quello presentare, in sessioni formative, le attivit culturali di alcune regioni italiane in materia di arte contemporanea. Dopo una permanenza in Umbria e in Toscana, direttori e restauratori dei musei di Belgrado, Sarajevo e Scopje giungeranno ad ottobre nel Veneto per prendere parte agli ultimi tre incontri di futuroCONTEMPORANEO che si svolgeranno nella suggestiva e stimolante citt di Venezia, sede esemplare del rapporto di continuit tra antico e presente.
Il corso si chiuder con un seminario, ospitato nella sede veneziana dellUNESCO, aperto a tutti allo scopo di offrire unopportunit di riflessione generale sullimportanza del ruolo di tutorato ricoperto sia dagli enti pubblici sia dal mondo della ricerca e della cultura per far s che quanti incontrano nella loro vita (per passione o per lavoro) le arti del XX e del XXI secolo si sentano meno soli nel garantire al contemporaneo il rispetto della memoria e il diritto al futuro.



Per informazioni e iscrizioni:

Regione del Veneto - Direzione Beni Culturali
Dr.ssa Aurora Di Mauro tel. 041/2792700 fax 041/2792685 e-mail musei@regione.veneto.it

Fondazione CUOA Divisione Pubbliche Amministrazioni
Dr.ssa Francesca Meneghini tel. 0444/333755 fax 0444/333994 e-mail: fmeneghini@cuoa.it


*C. Bertola, Il museo contemporaneo ovvero il museo dellinaspettato in Una possibile vocazione. Il contemporaneo nei musei del Veneto, a cura di C. Bertola e M. Savaris, Regione del Veneto, 2005

** Chiara Bertola (Fondazione Querini Stampalia), Aurora Di Mauro (Direzione Beni Culturali, Regione Veneto), Antonio Rava (restauratore, Studio Rava, Torino), Angela Roncaccioli (Fondazione C.U.O.A.), Anna Maria Spiazzi (Soprintendenza al Patrimonio artistico storico ed etnoantropologico per le province di Venezia, Belluno, Padova e Treviso)



FuturoCONTEMPORANEO
Materiali, metodi e memorie per la conservazione delle arti del XX e del XXI secolo


I LE ARTI NEL XX E XXI SECOLO E IL VENETO: LINEE GUIDA PER UN INQUADRAMENTO GENERALE

Sede: VENEZIA, Fondazione Querini Stampalia, ore 9.30 13.30
Data: 22 settembre 2006
Docenti
Nico Stringa Storia dellArte Contemporanea, Universit di Ca Foscari Venezia
Virginia Baradel critico darte

II - CONOSCERE I MATERIALI E LE TECNICHE DEL RESTAURO: UNA PREMESSA METODOLOGICA

Sede: VENEZIA, Fondazione Querini Stampalia, ore 14.30 17.30
Data: 22 settembre 2006
Docenti:
Antonio Rava, restauratore, Studio Rava, Torino

III - CASI STUDIO: 1) DALLA BOTTEGA DARTISTA AL MUSEO: CREAZIONE, CONSERVAZIONE E RESTITUZIONE DELLA CERAMICA

Sedi:
BASSANO, Fabbrica Antica, Laboratorio di Alessio Tasca e Lee Babel, ore 10 13
NOVE, Museo Civico della Ceramica, ore 15 17.30
Data: 29 settembre 2006
Docenti
Alessio Tasca e Lee Babel, scultori
Katia Brugnolo,conservatrice Museo della Ceramica di Nove (VI)

IV CASI STUDIO: 2) LA COLLEZIONE DEI MANIFESTI SALCE NEL MUSEO CIVICO L. BAILO DI TREVISO

Sede:
TREVISO, Museo Civico, sede di santa Caterina ore 9.30 13.30
Data: 6 ottobre 2006
Docenti
Emilio Lippi, direttore dei Civici Musei di Treviso
Gabriella Delfini e Marta Mazza, ispettrici della Soprintendenza al Patrimonio storico artistico ed etnoantropologico per le province di Venezia, Belluno, Padova e Treviso
Elena Allodi, restauratrice

V CASI STUDIO: 3) DECORAZIONE AD AFFRESCO NEL PALAZZO DEL BO A PADOVA : LA SCALA DEL RETTORATO

Sede:
PADOVA, Orto Botanico, sala dellEmiciclo; Palazzo del Bo, scala del Rettorato ore 9.30 13.30
Data: 13 ottobre 2006

Irene Favaretto, prorettore al Patrimonio Artistico e Storico dellUniversit di Padova
Vittorio Dal Piaz, Universit di Padova, Dipartimento di Architettura, Urbanistica e Rilevamento
Fabrizio Magani, ispettore della Soprintendenza al Patrimonio storico artistico ed etnoantropologico per le province di Venezia, Belluno, Padova e Treviso




VI CASI STUDIO: 5) PITTURA E SCULTURA A VENEZIA NEI MUSEI TRA PUBBLICO E PRIVATO

Sede: VENEZIA, Gallerie dellAccademia, ore 9.30 13.30
Data: 24 ottobre 2006
Docenti:
Giovanna Nepi Scir, Soprintendente Polo Museale Veneziano
Alfeo Michieletto, restauratore , Soprintendenza Speciale Polo Museale Veneziano

Sede: VENEZIA, Collezione Peggy Guggenheim 15 17.30
Data: 24 ottobre 2006
Docenti: Philip Rylands, direttore Collezione P. Guggenheim

VII CASI STUDIO: 6) OPERE POLIMATERICHE ALLARCHIVIO STORICO DELLE ARTI CONTEMPORANEE (ASAC) DI VENEZIA

Sede: VENEZIA, Ca Corner della Regina, ore 9.30 13.30
Data: 25 ottobre 2006
Docenti:
Giorgio Busetto, direttore ASAC
Lia Durante, responsabile fondo artistico ASAC
Antonio Rava, restauratore, Studio Rava, Torino
Anna Lagan, restauratrice

VIII CASI STUDIO: 7) IL RESTAURO DI CA PESARO: RINNOVARE GLI SPAZI PER VALORIZZARE LE COLLEZIONI

Sede: VENEZIA, Galleria Internazionale dArte Moderna di Ca Pesaro, Santa Croce 2076, ore 15.30 17.30
Data: 25 ottobre 2006
Docenti:
Flavia Scotton, conservatrice Ca Pesaro


Sessione finale aperta a tutti (in collaborazione con la Direzione Regionale Relazioni Internazionali)
Convegno Memoria e futuro del contemporaneo. Azioni e cooperazioni di sostegno per musei, gallerie e collezioni pubblici e privati


Sede:
VENEZIA, Palazzo Zorzi, Ufficio UNESCO Regional Bureau for Science and Culture in Europe
Castello 4930
ore 9.30 13.30/ 15 17
Data: 26 ottobre 2006



news

27-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 27 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news