LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sgarbi: 'Buona idea se la vendita è in blocco'
a. b.
Il Piccolo 03/12/2002

TRIESTE - Oltre duemila opere di artisti regionali contemporanei (viventi e non), acquistate nel corso dell’ultimo trentennio a concorsi e mostre che ricevettero il patrocinio pubblico. Eccolo il patrimonio artistico a disposizione della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia. Valore? Attualmente incalcolabile, nel senso che nessuno finora si è dato la briga di stimare la quotazione di mercato dei singoli quadri, grafiche, sculture, incisioni. Anzi: è solo da poco che si è riusciti a dare una dimensione numerica abbastanza precisa alla collezione, grazie alla paziente schedatura, ancora in corso, del Centro di catalogazione di Villa Manin.
«Hanno proposto di vendere quei quadri per fare cassa? Non ci vedo nulla di male», è il commento di Vittorio Sgarbi nelle vesti di critico d’arte. Che sulla questione invita a «un cambio di mentalità» e a lasciare alle spalle «i falsi moralismi»: «Cerchiamo di convincerci: a volte il privato può fare del bene all’arte molto più del pubblico. Negli Usa - spiega Sgarbi - tutti i musei sono privati e funzionano meglio dei nostri. C’è un solo punto basilare da salvaguardare: l’integrità della collezione. Non è pensabile mettere all’asta i singoli pezzi; bisogna invece raccogliere il tutto in un unico lotto e individuare il privato adatto. Che so, un Benetton, un Berlusconi, una Fondazione Guggenheim, che acquisti tutto in blocco per poi darlo in fruizione alla gente».
Per quanto riguarda i tempi necessari a stimare le opere della collezione regionale, Sgarbi non ha dubbi: «Ci posso pensare io. Duemila quadri? Ve li stimo in un giorno e mezzo, al massimo due. Se davvero c’è la volontà di vendere a un privato qualificato la cosa si può fare al volo».
Più difficile, come detto, stabilire il «prezzo» del patrimonio, ora sparpagliato sulle pareti degli uffici e delle sale delle varie sedi territoriali della Regione e radunato sporadicamente in occasione di alcune mostre a tema in sedi istituzionali (per esempio il Consiglio regionale). Tra le duemila opere i pezzi pregiati non mancano, ma non sono nemmeno moltissimi. Sgarbi accenna ad alcuni quadri di Giuseppe Zigaina («che possono valere tranquillamente 50, 100 mila e più euro»), di Luigi Spacal, di Anton Zoran Music. Vanno segnalati senz’altro anche alcuni dipinti di Giorgio Celiberti, Fred Pittino, Enrico Decilia, Renzo Tubaro e dei fratelli Afro e Mirco Basaldella.



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news