LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

I musei potranno essere gestiti dai privati. No al ticket d’ingresso nelle città d’arte
Alessandra Arachi
Corriere della Sera 18/12/2002

Si discute d’arte in Finanziaria. E si litiga. Due gli emendamenti che accendono il dibattito al Senato: l’ipotesi di un ticket nelle città d’arte e la «privatizzazione» dei nostri beni culturali. Già bocciato il primo: lo avevano firmato i Ds e avrebbe voluto un biglietto per l’ingresso nei centri storici, ma anche per le presenze giornaliere negli alberghi delle nostre città prese d’assalto dai turisti. Cinque euro, cifra massima. Il sottosegretario all’Economia Giuseppe Vegas non ha avuto dubbi: «Un simile ticket avrebbe limitato il diritto costituzionale alla libertà di circolazione». Buffo: è proprio con un appello alla Costituzione che l’opposizione attacca il secondo emendamento, difeso da Vegas. Questo emendamento lo ha presentato Lamberto Grillotti, il senatore di An che è relatore della Finanziaria. Deve essere ancora votato. Forse oggi, forse domani, se non addirittura venerdì. In sintesi prevede che i privati possano gestire i beni culturali e ambientali del nostro Paese. Tecnicamente modifica l’articolo 10 del decreto legislativo del 20 ottobre del 1998 quello che prevedeva sì che i privati avessero accesso alla gestione dei beni culturali, ma soltanto in funzione della loro «valorizzazione». E’ la voce di Sauro Turroni, senatore dei Verdi, quella che si alza per prima e più forte nella protesta con, appunto, un appello alla carta costituzionale: «Che assegna alla Repubblica, e non ai privati, la gestione e quindi la conservazione, la tutela e la manutenzione dei beni culturali», esordisce infatti, prima di rilanciare, rivolto al sottosegretario: «Vegas, getta giù la maschera e rivela il piano di questo governo: dare ai privati la gestione dei beni culturali e delle zone archeologiche e non soltanto dei servizi». Ma la verità è che non c’è bisogno di «gettare la maschera». Perché è lo stesso senatore Grillotti che semplicemente spiega il suo emendamento: «Dare la gestione ai privati dei nostri beni culturali, certo. Ma per cortesia cerchiamo di non parlare a vanvera. Nessuno ha intenzione di vendere il Colosseo o di permettere alla Venere di Botticelli di essere trasportata da una parte all’altra senza regole. E’ ovvio: ai privati va soltanto la gestione. La tutela resta allo Stato. Che dunque detta anche le regole per la modalità della gestione». Non ha dubbi Grillotti: «Ci sono troppi beni pubblici alla sfascio. Di più: abbiamo tre quarti del nostro patrimonio che non sappiamo neanche dov’è. Dobbiamo tutelarlo, anche affidandolo ai privati».
C’è una voce che dall’opposizione appoggia in pieno l’emendamento Grillotti. E’ quella del senatore della Margherita Egidio Pedrini: «Magari funzionasse davvero. Non è più possibile vedere certi musei ridotti così male. Ovvio che bisogna essere molto severi nelle regole della gestione, ma ben venga questa iniziativa». Che invece preoccupa, e non poco, associazioni come il Fai, il Wwf, Italia Nostra. Per questo si rivolgono direttamente al ministro per i Beni Culturali Giuliano Urbani chiedendo di sospendere questo emendamento, perché «non riteniamo che aprire ai privati con un semplice emendamento alla Finanziaria sia sufficiente a chiarire temi che meritano un confronto molto più ampio e approfondito».




news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news