LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

I beni culturali pagano le ipocatastali
Debora Alberici
ItaliaOggi, 18/4/2007




Una sentenza della Corte di cassazione non estende il beneficio fiscale previsto per i casi di eredit.



L'esclusione dall'imposta di successione non ne giustifica altre

Le imposte ipotecaria e catastale si pagano anche sui beni culturali. Il fatto che siano esenti dall'imposta di successione non un buon motivo per estendere il beneficio fiscale. quanto affermato dalla Corte di cassazione che, con la sentenza n. 8977 del 16 aprile 2007, ha introdotto una novit assoluta. Insomma, se vero che sugli immobili soggetti a vincolo della Sovrintendenza dei beni culturali, l'imposta di successione non si pagava affatto, non altrettanto vero che lo stesso discorso possa farsi in relazione ad altre imposte anche se le norme sul calcolo della base imponibile di queste rinviano a quelle concernenti il primo tributo.
Si tratta, hanno spiegato i giudici della sezione tributaria, di un rinvio finalizzato esclusivamente alla semplificazione del calcolo. Insomma, un mero rinvio formale e non sostanziale'. Dovranno versare al fisco l'imposta ipotecaria e catastale gli eredi di una donna che aveva lasciato un palazzotto, nel centro di Mantova, vincolato dalla Soprintendenza dei beni culturali.

L'ufficio del registro locale aveva notificato un avviso di liquidazione per il pagamento dell'imposta ipotecaria, catastale e sostitutiva dell'Invim. Gli eredi lo avevano impugnato di fronte al giudice tributario sostenendo di non dover quei tributi dal momento che i beni soggetti a vincolo sono esentati dall'imposta di successione. A questa tesi non hanno aderito n la commissione tributaria provinciale di Mantova n quella regionale della Lombardia. Secondo il giudice d'appello, tra le due imposte non vi sarebbe collegamento onde la non debenza della prima non escluderebbe la seconda'.

Contro questa decisione i contribuenti hanno fatto ricorso in Cassazione prospettando la tesi opposta: I beni culturali, non concorrendo a formare l'attivo ereditario, sono esenti dall'imposta di successione e quindi sono esenti anche dalle altre imposte (definite sussidiarie)'.

Il collegio ha respinto entrambi i motivi del ricorso precisando che il fondamento dell'esenzione (o della determinazione in maniera fissa) di una delle due imposte parametro non si comunica all'imposta parametrata (di trascrizione o catastale), essendone chiaramente diverso il fondamento tributario (e le ragioni delle esenzioni o della determinazione in misura fissa del suo valore, che per ciascuna siano disposte) e determinata la sua base imponibile solo per relationem, al valore virtuale della base imponibile parametrica, allo scopo di semplificare e unificare le liquidazioni monetarie'.

Non basta. I giudici di legittimit hanno aggiunto, per sottolineare i punti deboli del gravame, che il ricorso dei contribuenti tende a confondere il rinvio dell'una imposta (parametrata) all'altra (parametro), non avvedendosi che si tratta di mero rinvio formale e non sostanziale'. Ora gli eredi dovranno pagare le imposte sul palazzetto senza esitazioni dal momento che la Suprema corte ha respinto il motivo e messo la parola fine alla vicenda ritenendo il dispositivo della sentenza di secondo grado corretto.




news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news