LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

E’ contro la Costituzione dare in affitto pezzi della nostra Storia
Nedo Cadetti
L'Unità 18/12/2002

Beni culturali anche di interesse nazionale e musei in gestione ai privati. E’ l'ultima trovata del governo Berlusconi e della sua maggioranza in Senato per racimolare un po' di quattrini Un emendamento, in tal senso, è stato presentato alla finanziaria dal relatore, Lamberto Grillotti, An. Immediato l'allarme degli ambienti culturali, delle associazioni ambientaliste e dei partiti dell'Ulivo. «Se l'emendamento fosse approvato - ha dichiarato il verde Sauro Turroni - non solo i musei ma anche le zone archeologiche potrebbero passare alla gestione privata. E questo, oltre ad essere gravissimo, contrasta anche con la Costituzione perché è compito della Repubblica tutelare e conservare i beni culturali». Turroni ritiene però che l'idea non sia farina del sacco del relatore, teme che ci sia un asse Tremonti-Urbani per ricavare denaro dai beni culturali. «I ds – sottolinea Chiara Acciarini, responsabile della Quercia in commissione Istruzione del Senato – confermano l'impegno in difesa del patrimonio culturale italiano: una battaglia iniziata 12 mesi fa quando fu approvato un emendamento che impediva il conferimento in uso ai privati dei beni culturali. Il governo ora, con arroganza, rilancia e mette in affitto musei, opere d'arte e pezzi di storia d'Italia, un salto di qualità che conferma la volontà dell'esecutivo di alienare il patrimonio pubblico». Al voto della scorsa finanziaria si richiama anche l'ex ministro dei Beni culturali, Giovanna Melandri. Ricorda, smentendo Vegas che aveva sostenuto che la norma era già contenuta in quel documento, che allora l'opposizione riuscì ad introdurre nel testo dell'art.33 una serie di paletti che esplicitavano come la tutela di questi beni non potesse che rimanere in mano dello Stato: «Maggioranza e governo - consiglia - ricordino lo scivolone dello scorso anno ed evitino almeno questa volta di ripetere l'exploit». «Non bastava la Patrimonio spa - incalzano Giovanna Grignaffini e Franca Chiaromonte, ds - l'atteggiamento del governo è chiaro: tutti quei beni che non rientreranno nella Patrimonio saranno dati in affitto». Per la diessina Vittoria Franco, il rischio può arrivare fino «allo sfruttamento dei beni artistici a fini speculativi». Vegas si difende sostenendo che anche i governi di centrosinistra si erano mossi in questa direzione. Una cosa sono la proposta Veltroni del 1996 e il decreto Ronchi del 1998, si risponde dall'opposizione, che prevedono una stipula per la valorizzazione dei beni culturali (norma che diede vita a vari servizi gestiti dai privati, dai bar ai negozi) altra cosa è la gestione del bene, che include, ad esempio, il restauro o la conservazione, che spetta allo Stato. In allarme anche le associazioni ambientaliste. Fai, Italia Nostra e Wwf hanno indirizzato una nota al ministro del Beni culturali per chiedergli di modificare l'emendamento, nel quale - segnalano – si sostituisce il concetto di valorizzazione con la partecipazione ai privati «rischiando così di derogare dai compiti e funzioni che riteniamo debbano rimanere in mano pubblica». «Finora - prosegue la nota - solo i servizi finalizzati alla valorizzazione potevano essere dati in concessione ai privati. Posto che la valorizzazione compete anche alle regioni e agli enti locali, non riteniamo che aprire ai privati con un semplice emendamento alla finanziaria sia sufficiente per temi che meritano un confronto molto più ampio e approfondito».



news

20-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news