LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Comunicato: lottizzazione Fonte di Sotto.
13 settembre 2007, posta della redazione, Massimo Zucconi


A Campiglia si aperta una discussione sullopportunit di realizzare una lottizzazione in prossimit del centro storico. Sono sorti comitati a favore e contro. Per tutti lobiettivo il bene di Campiglia: per i favorevoli le 51 residenze turistico alberghiere porteranno benessere al paese, per i contrari danneggeranno il paesaggio e il centro storico facendogli perdere attrattiva turistica. E un bene che si sia aperto questo confronto perch, nel desolante vuoto del dibattito politico, obbliga alla riflessione; tradiva ma non per questo meno utile.
La prima riflessione che se il benessere dipendesse dalla quantit di costruzioni realizzate, nellultimo decennio avremmo dovuto conoscere lapoteosi dello sviluppo nazionale. Dati recenti segnalano che sono stati costruiti 53 mc. ad abitante, ossia circa 3 miliardi di metri cubi, pari a circa 10 milioni di alloggi. Una produzione edilizia enorme, superiore a quella degli anni 60, sufficiente a soddisfare il fabbisogno di oltre 20 milioni di abitanti. Siccome la popolazione nel decennio stabile, quelle realizzate sono prevalentemente seconde case. Contrariamente alle logiche del mercato, la crescita dellofferta non ha determinato il calo dei prezzi ma bens un loro vertiginoso incremento tant che per comprare un alloggio occorrono oggi 20 anni di salario medio contro i 6 degli anni 60. A farne le spese sono i giovani e le fasce sociali con redditi bassi e medi. Si dunque costruito pi per la speculazione e lintermediazione immobiliare che per il fabbisogno abitativo e turistico. Niente a che vedere con lo sviluppo, dunque, mentre si consuma suolo e si distrugge paesaggio.
La seconda riflessione che a Campiglia sorgeranno RTA, ossia abitazioni destinate al turismo con lobbligo della gestione unitaria ma che, essendo abitazioni, meglio si prestano ad aggirare la legge, come denotano i casi denunciati in Toscana. Inoltre le RTA sono le strutture ricettive che generano le minori ricadute economiche. Un albergo avrebbe potuto offrire lo stesso numero di posti letto con un consumo minore di suolo e con una maggiore quantit di addetti.
La terza riflessione riguarda la localizzazione. Esicuramente una localizzazione infelice per limpatto sul centro storico e sul paesaggio che, su quel versante, ancora incontaminato. Il Comune ha investito risorse per recuperare la Rocca di Campiglia e valorizzare il parco di San Silvestro. Si pone lobiettivo di un itinerario che colleghi centro storico e parco valorizzando le tante risorse culturali e paesaggistiche che sincontrano: le fonti e gli acquedotti antichi, i siti archeologici di Madonna di Fucinaia, il paesaggio collinare. Il nuovo insediamento si frappone tra centro storico e parco e riduce il valore storico e paesaggistico di quei luoghi.
La quarta riflessione riguarda la coerenza. Quella previsione nel piano regolatore dal 1995 ed ammetteva alberghi e RTA. Da allora sono passati 12 anni. Si sarebbe potuto procedere a revisioni o stralci com accaduto spesso nella storia urbanistica dei nostri comuni man mano che cresceva cultura e sensibilit politica. Nel 2007 il Comune ha approvato un nuovo piano urbanistico che si propone di contenere il consumo di suolo e, per riequilibrare lofferta turistica in favore delle strutture alberghiere, non prevede nessuna RTA fino al 2020. Auspica addirittura la riconversione di quelle previste nel precedente PRG. E abbastanza singolare che lo stesso Comune esalti i benefici di quella lottizzazione nel momento in cui nega lutilit delle RTA per il turismo locale. Lo stesso dicasi per il consumo di suolo con 25.000 mq. impegnati tra costruzioni, viabilit, parcheggi e verde: la met dellintero centro storico.
I temi sollevati sono dunque reali e riguardano lidea stessa di sviluppo. Svilirli a contrapposizione tra residenti e forestieri, specie se a farlo sono partiti e istituzioni, genera comportamenti ostili che antepongono il chi dice al cosa dice. E positivo che il Ministero dei Beni Culturali abbia disposto verifiche per evitare danni al paesaggio, ma sarebbe altrettanto positivo se ci rendessimo conto che lo sviluppo non sempre coincide con la crescita quantitativa e che paesaggio e cultura, di per se, sono risorse essenziali per leconomia.





news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news