LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Forte Marghera: in vista un bando per la gestione
Maurizio Dianese
30 settembre 2007, IL GAZZETTINO


Si rimasti molto alle idee di massima. Aria fritta verrebbe da dire. Ma l'aria fritta diventer un bando di gara ad evidenza pubblica per la gestione di Forte Marghera. Come dire che le idee sono belle, ma servono progetti veri, che stiano in piedi da soli. Ma chi si aspettava pi carne al fuoco, pi concretezza, pi progetti veri, ieri rimasto deluso perch c' chi continua a proporre il sogno di un posto dove si va a passeggiare, ad ammirare gli alberi e ad ascoltare il cinguettare degli uccellini. Solo che una passeggiata bucolica come questa costa alla collettivit come l'intera stagione del Toniolo. Ecco perch il sindaco Massimo Cacciari ieri ha messo uno stop. Bello, dice, ma non sognatevi di chiedere soldi al Comune. "Autosostentamento totale" - sillaba il sindaco al convegno organizzato ieri a Forte Marghera per discutere i progetti sulla struttura. "Perch gi ci stiamo dissanguando per il parco di San Giuliano e il bosco di Mestre, che faranno diventare Mestre una delle citt pi verdi d'Europa e dunque non si pu certo pensare che abbiamo altri quattrini da mettere in questa impresa del recupero del campo trincerato di Mestre." Chiaro, no? "E vuol dire che il complesso di Forte Marghera, il pi bello del campo trincerato della terraferma, deve diventare un polo di qualcosa che sia in grado di reggersi con le sue gambe. Dunque, grazie allo sforzo messo in campo da Marcopolo System, che finora ha gestito Forte Marghera, grazie allo Iuav per le idee "il forte che diventa bandiera, simbolo di Mestre" e alla Soprintendenza per gli spunti "di qua l'area picnic, pi su i servizi", ma ci vuole ben altro, a cominciare da un interlocutore unico, in grado di reggere il tutto. Massimo Cacciari lo dice chiaro e tondo: "Niente spezzatino." E vuol dire che il Comune non ha intenzione di trovarsi a fare l'appalto con l'associazione X per la gestione del capannone Y e un altro appalto con la societ Z per un altro capannone. Serve una gestione unitaria. E serve qualcuno in grado di tenere in piedi la baracca senza chiedere contributi al Comune. E Massimo Cacciari non lo dice, ma siccome uno abituato a realizzare, ha gi in testa chi gli pu portare a casa il risultato. Non a caso al convegno che si tenuto ieri a Forte Marghera era presente una delegazione di Verona fiere e c'era pure il presidente di Venezia Fiere, Marino Cortese. Verona Fiere ha bisogno di Venezia come "vetrina" ed per questo che entrata in Venezia Fiere con il 35 per cento del capitale. Se gli viene offerta l'occasione di potersi fregiare del nome blasonato e conosciuto in tutto il mondo di Venezia, allora disposta a mettere mano al portafogli. E Verona fiere ha gi fatto fare uno studio di fattibilit che prevede una spesa di 28 milioni di euro per far partire il forte. Cio per farne che? Questo il punto, che qui ovviamente non ci pu stare n Vinitaly n la fiera del marmo o dei cavalli. Qui ci possono stare solo fiere di nicchia e, stringi stringi, fiere tipo l'oro o il lusso, le griffe o il design, ma non fiere per il grandissimo pubblico. Basti pensare che Vinitaly conta su 7 mila parcheggi per i visitatori e 2 mila parcheggi per gli espositori. Mestre non ha a disposizione strutture simili. Ed il motivo per cui l'assessore regionale Renato Chisso conclude il suo intervento dicendo chiaramente che " impensabile appesantire sotto il profilo della viabilit una zona come questa." Ed chiaro che Chisso ha in mente un utilizzo "meno intensivo e pi distensivo" del Forte. Non che disdegni l'opportunit di richiamare forti investimenti, "ma la Fiera mi lascia molto perplesso".




news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news