LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VENETO - MAROSTICA Il Soprintendente: Che errore sulle mura
04 NOVEMBRE 2007, IL GAZZETTINO ONLINE

MAROSTICA Guglielmo Monti "boccia" il rifacimento della facciata del castello: Occorreva pi prudenza

Quando si esagera con le nuove realizzazioni accanto alloriginale, il risultato falso

Marostica
Con Guglielmo Monti, soprintendente ai beni architettonici e al paesaggio del Veneto Orientale e ad interim del Veneto Occidentale, parliamo di restauri e degli interventi sulle mura di Marostica.

Io sono contrario al rifacimento all'antica - premette Monti - perch, fra l'altro, ci mancano le maestranze giuste per farlo. Oggi siamo pieni di normative che non c'erano una volta. Un esempio famoso la Fenice. L c'era una presenza enorme di condizioni di funzionamento del teatro che non esistevano prima, che hanno forzato un organismo non adatto per quel tipo di funzioni. Oggi abbiamo inoltre un'esigenza di gusto, dettato probabilmente dalla abitudine alla pubblicit, anche l dove il restauro corretto e non c' rifacimento. Si tende sempre a forzare i toni e rendere pi pubblicitario l'intervento, si tende alla spettacolarit e alla scenografia

A Marostica non si proceduto al restauro secondo il classico metodo Brandi ma a un vero e proprio rifacimento.

Quello di Brandi non un metodo. una delle pochissime teorie del restauro con un fondamento coerente. Il superamento della teoria Brandi sarebbe dovuta a una maggior confidenza con le forme antiche. Il post-moderno ha diffuso una falsa verit e ci ha detto che l'uomo moderno non ha pi alcun divieto a imitare le forme antiche. Ma se si va oltre, il rifacimento dell'antico diventa terribilmente falso. In generale, il risultato sono la menzogna e l'inganno nel senso di far sembrare risibilmente, perch non ci si riesce mai, originale ci che moderno e ingannare cos il pubblico meno preparato.

E il restauro del castello e delle mura di Marostica?

Lo trovo molto incoerente anche se non l'ho seguito direttamente: sono stato alla Soprintendenza di Verona solo pochi mesi e ho avuto uno scambio di vedute col sindaco. Mi parso per all'inizio che la strada intrapresa fosse irta di difficolt, ma sostanzialmente di indirizzo corretto: cio restaurare le mura e proporne un rinforzo e una cura che garantissero una durata maggiore alle finiture che esistevano, evitando di farne di nuove, per non confondere l'antico con il nuovo. Il criterio concordato era di non rifare le cose antiche per non avvilire poi gli originali. Se ho tre merli antichi e gli faccio vicino tre merli che una volta ripuliti possono sembrare simili agli antichi finisco con l'avvilire gli originali. In ogni caso mi immetto in un problema senza soluzione. Perch se sembrano troppo simili agli antichi ingannano l'autenticit degli originali, se non lo sembrano l'operazione fallita perch hanno la pretesa di sembrare antichi senza esserlo. All'inizio l'indirizzo mi sembrava corretto. Poi sorprendentemente ho visto questo rifacimento della facciata anteriore e mi sembrato completamente fuori tono con il resto. Perch se si rifanno con tanta precisione alcuni merli chiaro che gli altri due tipi di intervento metodologicamente pi corretti che lasciano il primo i merli con le loro offese del tempo, oppure il secondo che li riprende in forma semplificata per farli durare pi a lungo, sembrano interventi approssimativi. Un intervento perfettamente finito e completamente nuovo mette in crisi gli altri. Comunque sia direi che si tratta di un grosso errore. Noi una cosa di questo genere l'abbiamo permessa in una sola circostanza a Treviso e devo dire la verit che non sono contento di averlo permesso....

Cosa successo a Treviso?

Ho concesso di rifarne un pezzo per mostrare ai ragazzi come era fatto il muro di Fra' Giocondo, per farne un campione didattico. Questo intervento sempre pericoloso perch succede che dopo non sai pi dove ti devi fermare. Ti accorgi che non stanno bene con il resto e allora ti viene voglia di farne di pi. E infatti l'architetto ne ha fatto tre volte tanti. Con un risultato finale non molto soddisfacente.

Come a Marostica?

Il caso di Marostica, l'ho detto anche al sindaco, un caso fortunato visto che le mura sono abbastanza ben tenute e si poteva avere un atteggiamento scrupolosamente filologico perch, a differenza di Cittadella, non ci sono buchi o pezzi mancanti o crolli improvvisi che giustificassero interventi diversi. Si poteva avere un atteggiamento molto prudente. Purtroppo scappata fuori questa cosa che, devo dire, ha stupito anche noi.

Gianni Giolo



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news