LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Con l'accoramento delle soprintendenze si indebolisce la tutela
Marcello Madau
La Nuova Sardegna 8/11/2007

* Marcello Madau docente di beni culturali e ambientali Accademia Belle Arti di Sassari

Il temuto accorpamento delle soprintendenze archeologiche sarde di Cagliari e Oristano e di Sassari e Nuoro stato firmato, con un provvedimento che desta forte preoccupazione, dal Consiglio dei Ministri del 30 ottobre scorso.
La tutela su un territorio di straordinaria ricchezza documentale, per la quale nota l'inadeguatezza quantitativa del personale, delle sedi e dei mezzi comprese le macchine di servizio per andare 'sul campo' - viene ad essere indebolita. A nulla valso l'appello, apparso su questo giornale nel luglio scorso, di decine di funzionari, n la denuncia negli stessi giorni apparsa sul 'Manifesto sardo' e infine, nel loro recente documento sul 'Regolamento', di autorevoli associazioni (Associazione Italiana Biblioteche, Associazione "Ranuccio Bianchi Bandinelli", Assotecnici, Associazione Italiana per le Scienze Etno-Antropologiche e la Societ Italiana per la Museografia e i Beni Demoetnoantropologici) che criticano con decisione l'accorpamento dello soprintendenze archeologiche sarde e rilevano, peraltro, come la politica della riduzione delle sedi operative colpisca il sistema tutela del patrimonio archeologico, ma non quello del patrimonio storico-artistico e architettonico.
Nei fatti si chiude il ciclo storico che, dopo la nascita del Ministero dei Beni Culturali e Ambientali dalle costole di quello della Pubblica Istruzione, aveva consegnato alla Sardegna due Uffici di Tutela, con archeologi formatisi in grandi e diverse scuole sarde e nazionali che hanno tenuto il passo, con notevoli sacrifici, di un patrimonio che la crescente formazione culturale, il forte progredire delle ricerche, i mutamenti dell'uso del territorio e la nuova dimensione del mercato clandestino rendevano sempre meno controllabile con organici e i bilanci cos scarsi.
Uffici che, anche se a volte si sono posti autoritariamente sul territorio, con un'ansia di controllo talora eccessiva ed impropria, hanno tenuto il fronte della tutela e della ricerca grazie alla indubbia competenza e sacrificio; grazie anche ad un crescente precariato di archeologi giovani e non pi giovani, mossi dalla passione per una professione molto speciale e ancora non riconosciuta. In ogni caso presidio irrinun-ciabile di un'archeologia senza eguali.
Non sappiamo se questa misura sar funzionale, o addirittura voluta, al passaggio di competenze da Stato a Regione del quale si riprende a discutere da due anni. N in questa occasione vogliamo entrare su questo tema e questo obiettivo, quanto piuttosto dire che anche chi persegue questo fine dovrebbe preoccuparsi del rischio di ricevere immolato sull'altare delle logiche economicistiche -un patrimonio indebolito da un 'vuoto' di tutela come quello che potrebbe esserci.
Le forze sensibili al patrimonio archeologico sardo devono quindi pretendere chiarezza immediata sulla natura di questo accorpamento, sulle conseguenze operative e per i lavoratori. Se nell'azione del Ministero vi sono importanti miglioramenti rispetto al disastro operato dal governo di centro-destra, alcune linee si rifanno negativamente ad una mentalit aziendalistica con prevalenza estetizzante, ad un indebolimento qualitativo dei quadri dirigenti, alla mortificazione delle professionalit esistenti, e mostrano una grande difficolt a cogliere la reticolarit del patrimonio archeologico sardo e nazionale.
La risposta migliore, anche da parte della Regione Sarda, sarebbe un immediato potenziamento delle strategie di tutela e la richiesta di precise garanzie e misure affinch tutta la rete del patrimonio archeologico sardo non vada allo sbaraglio.



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news