LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia, miracolo ai Musei "E adesso la Fondazione"
SILVIA DELL'ORSO
AFFARI FINANZA il sole 24 ore 17-12-2007



Presenze in crescita e bilancio in pareggio per il "sistema" della Laguna

Venezia
Un sistema di 12 musei che comprende anche 5 biblioteche aperte al pubblico(di cui quella del Museo Correr la numero uno per l'arte veneta) e ha il suo fiore all'occhiello nel Palazzo Ducale: con quasi un milione e mezzo di visitatori nel 2005 ha superato perfino gli Uffizi di Firenze.
Strano ma vero i Musei civici veneziani hanno un bilancio in pareggio, un giro d'affari di tutto rispetto, 2 milioni e rotti di visitatori l'anno e danno lavoro a circa 300 persone. Merito della collaudata autonomia riconosciuta alle diverse sedi, ma con un saldo governo centrale? Oppure di un sistema di gestione che ha affidato a una cordata di imprese i servizi per il pubblico? Lo abbiamo chiesto a Giandomenico Romanelli, storico direttore dei Musei civici veneziani che sta per tenere a battesimo anche la nascita di una nuova fondazione dei musei lagunari.
Romanelli, i Musei civici di Venezia sono stati fra i primi a sperimentare l'affidamento a esterni dei servizi per il
pubblico e ora si accingono a un ulteriore, ancora pi delicato, passaggio.
da una decina d'anni che abbiamo unificato tutta la macchina museale civica, facendone un'unica direzione. Dopo di che, l'insufficienza del personale, inadeguato per il rilancio, ci ha indotto a scegliere la strada dell'appalto dei servizi, con una formula molto particolare.
Cio?
Abbiamo messo in gara una vastissima gamma di servizi guardiania, biglietteria, book-shop, ristorazione, assistenza didattica, distribuzione dei libri nelle biblioteche, fototeca che si aggiudicata una cordata di imprese.
Come funziona il sistema?
Sono le imprese che impiegano il personale solo una cinquantina dipende dal Comune e sono le stesse imprese che incassano direttamente dai servizi erogati, garantendo a noi circa il 40 per cento dei ricavi. Questo vuoi
dire che pi gente viene, pi movimentazione c', fra mostre, iniziative, ecc, maggiore il vantaggio reciproco. Sono motivati a fare sempre meglio, ma gi cos, con gli incassi della biglietteria, copriamo interamente le spese di gestione della struttura.
Se un metodo di gestione che funziona, perch creare una Fondazione dei Musei civici?
Ci siamo resi conto che questa macchina risente molto della contrazione progressiva dei bilanci degli enti locali, al punto di essere sempre pi penalizzati nella redistribuzione del reddito.
Che vantaggi pu dare la fondazione?
Una maggiore libert di movimento, perch usciamo di fatto dalla macchina comunale. Con la possibilit di gestire direttamente le risorse, di stabilire rapporti a lunga scadenza con istituti che per esempio siano in grado di finanziare i restauri, o di stipulare un mutuo con un istituto di credito, cosa che adesso non possiamo fare. Ma anche fare nuove assunzioni o garantire prospettive di crescita al personale che gi lavora all'interno.
E in che rapporti sarete con il Comune?
Il nostro legame con l'amministrazione comunale resta fortissimo perch la nostra sar una fondazione di partecipazione, quindi con un unico
fondatore il Comune che possiede il 100 per cento delle quote: il sindaco nomina presidente e consiglieri di amministrazione e il patrimonio rimane di propriet comunale. Inoltre ci portiamo dentro il nostro modello gestionale e quindi al Comune non chiederemo nulla, potendo contare su partner che entreranno come soci contributori, a met strada tra lo sponsor e il mecenate.
A che punto questo processo?
Il 2008 sar un anno di transizione e la Fondazione andr a regime nel 2009, anno in cui contiamo di raccogliere contributi aggiuntivi rispetto alle nostre entrate attuali per circa 3/4 milioni di euro.
Solitamente queste operazioni si arenano su problemi sindacali, voi come pensate di risolverli?
Il personale interno ha avuto una fase di resistenza perch non aveva chiare le prospettive. Va per precisato che esiste una clausola tale per cui in caso di scioglimento della fondazione, il personale viene riassorbito ai livelli raggiunti dentro la fondazione. Inoltre, ha alcuni mesi per scegliere se restare in Comune o passare alla fondazione: senza con questo subire interruzione del rapporto di lavoro, ma potendo accedere a progressioni di carriera e miglioramento economico.



news

24-05-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 maggio 2019

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

Archivio news