LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Nasce la holding pubblica del Comune
Claudio Benucci
La Voce di Grosseto 22/05/2002

L’amministrazione comunale pensa a mettere in cassaforte il suo patrimonio. E’ stata infatti presentata di recente al forum della Pubblica Amministrazione di Roma la holding pubblica o Neweo per gestire il patrimonio dell’ente a cui il Comune sta lavorando alacremente.
“Tutte le partecipazioni azionarie, gli assetti del Comune, stando così le cose non rendono niente - afferma l’assessore al Patrimonio Luigi Colomba. - Tanto varrebbe farli gestire da una holding pubblica, con l’inserimento di capitali privati che però non possano raggiungere più del 49 per cento delle quote azionarie”.Un specie di cassaforte, dunque, come la definiscono gli amministratori, le cui chiavi però sono in mano al solo Comune. Del resto anche il Governo centrale sta pensando di creare una cosa simile con la Patrimonio Spa, che dovrebbe appunto gestire il patrimonio immobiliare dello Stato.Critiche a questa idea sono venute dai Ds, soprattutto dalla parte degli imprenditori dei democratici di sinistra, che hanno criticato questa decisione, perché - a loro avviso - non farebbe altro che mettere a rischio il patrimonio immobiliare del Comune. In particolare si lamentano dell’eventualità che, una volta che tutti i beni dell’Ente fossero passati alla holding, potrebbe essere necessario un aumento di capitale. Cosa accadrebbe se il Comune non avesse sufficienti soldi per poter far fronte a questa esigenza?L’assessore Colomba che ha gestito l’intera faccenda non si preoccupa più di tanto, anzi “la contrarietà dei Ds a questo progetto - afferma Colomba - casomai mi ha tolto quei pochi dubbi che potevo avere sulla decisione. Ora sono proprio sicuro che l’amministrazione comunale abbia fatto la scelta giusta”Quanto alla richiesta specifica di che cosa succederebbe in caso di aumento di capitale, Colomba replica che se il Comune mantiene il 51 per cento e quindi la maggioranza della azione “non vedo come sia possibile che si possa decretare un aumento di capitale senza che l’amministrazione sia favorevole”. Come al solito secondo l’assessore al Patrimonio si fanno dei facili allarmismi e strumentalizzazioni politiche che non hanno senso di esistere.“E’ il momento di cambiare l’idea che avevamo di una gestione statica della cosa pubblica. Perché - continua Colomba - dovremmo continuare ad ostinarci a far stare passivo un patrimonio che per il solo fatto di essere tale può rendere degli utili all’ente comune. Il fatto poi che siamo in linea con il Governo centrale, non fa altro che avvalorare la bontà della decisione che abbiamo preso e non è certo una cosa negativa. A chi critica, consiglio prima di imparare di finanza e poi intervenire”.

http://www.lavocedigrosseto.com/arretrati/dibattito/220502.html


news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news