LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

APPELLO AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PER LA NOMINA DI 216 DIRIGENTI AI BENI CULTURALI
OORDINAMENTO NAZIONALE UIL BENI E ATTIVITA CULTURALI


VA TUTELATA LA CARTA COSTITUZIONALE ATTRAVERSO SCELTE QUALIFICATE.


Abbiamo rivolto un accorato appello al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano affinch intervenga sul tema delle 216 nomine dirigenziali presso il Ministero per i Beni e le Attivit Culturali per evitare che le scelte che si vanno ad operare rischino di compromettere lattivit di tutela e salvaguardia del patrimonio culturale Italiano. La nomina di Dirigenti incaricati della tutela del Patrimoni, non pu essere considerata come un mero esercizio burocratico ma deve rispondere al principio costituzionale dei beni culturali . Per questo oltre al Presidente della Repubblica , lappello rivolto a tutte le personalit a partire dal Presidente del Consiglio Superiore Settis nonch a tutte le associazioni affinch facciano sentire la loro voci affinch le nomine siano fatte entro il 31 marzo
secondo i criteri di competenza, capacit e rotazione.


COORDINAMENTO
NAZIONALE UIL BENI E ATTIVITA CULTURALI
Via del Collegio Romano, 27
00186 Roma Tel 06/67232361 6792933 fax 6782911 - E - Mail
uilbac@tiscali.it sito internet http://www.uilbac.it
Al Presidente della Repubblica, On Giorgio Napolitano
Al Ministro On Francesco Rutelli
Al Sottosegretario On Andrea Marcucci
Al Presidente del Consiglio Superiore Prof Salvatore Settis
Al Capo di Gabinetto Dott Guido Improta
Al Segretario Generale Prof. Giuseppe Proietti
Al Direttore Generale Prof Stefano De Caro
Al Direttore Generale Arch Roberto Cecchi
Al Direttore Generale Dott Maurizio Fallace
Al Direttore Generale Arch. Antonia Pasqua Recchia
Al Direttore Generale Dott Bruno De Santis
Ai Direttori Regionali, Loro Sedi

Sig Presidente della Repubblica

Nelle prossime ore si definiranno le procedure per il conferimento di 216 incarichi Dirigenziali presso il Ministero per i Beni e le Attivit Culturali. Trattandosi di una procedura di normale amministrazione tali incarichi potranno essere attribuiti in maniera legittima . Tuttavia mi permetto di far rilevare che gli incarichi da attribuire riguardano particolari Dirigenti della Pubblica Amministrazione quali Soprintendenti ai Beni architettonici, ai Beni Archeologici, al Paesaggio , al Patrimonio Storico Artistico nonch Direttori di Archivi e Biblioteche ai quali affidata la funzione dettata dalla Carta Costituzionale di tutela dellimmenso patrimonio culturale Italiano.
Non a caso tra gli ultimi atti di rilievo varati dal Governo sottoposti alla sua firma c stato anche quello delle modifiche al nuovo Codice per i Beni Culturali e per il Paesaggio che lei ha avuto modo di apprezzare in anteprima in occasione dei 100 anni della nascita del Consiglio Superiore lo scorso 3 dicembre al Quirinale. Proprio le funzioni delicatissime, previste dal Codice , impongono una grande severit nella scelta dei Dirigenti da preporre a capo degli Istituti Centrali e periferici del Ministero.
In questi giorni, la scadenza fissata per le nomine quella del 31 marzo, presso il Ministero si stanno tenendo riunioni per lattribuzione degli incarichi tra quelli rientranti nelle competenze dei Direttori Generali Centrali e Regionali e quelli di competenza del Ministro.
Questa organizzazione sindacale esprime una grandissima preoccupazione poich il Ministero, dopo il varo del nuovo Codice , deve essere rilanciato nella sua missione istituzionale e non pu permettersi, attraverso scelte e nomine sbagliate, di bloccare lattivit istituzionale per la quale rappresentiamo una delle eccellenze del Paese.
Si vogliono varare nomine senza il rispetto dei criteri della competenza, capacit e rotazione dopo 5 anni di permanenza nella stessa sede. Ricordo altres che dalla capacit dei singoli Dirigenti , dipende non solo la salvaguardia del nostro patrimonio culturale ma anche sviluppo, occupazione e crescita delleconomia di ciascun territorio e comunit. Un Dirigente non pu essere autoreferenziale ma deve rispondere anche delle scelte che compie in un quadro dinteressi collettivi.
La scelta dei 216 Dirigenti riguarda le sorti , per almeno tre/cinque anni del nostro patrimonio e credo sia dovere di chi ha la responsabilit di effettuare le nomine, di pensare agli interessi generali e non a quelli dei singoli. Inoltre aggiungo la necessit che i suoi richiami alla tutela della sicurezza dei luoghi di lavoro e nel caso delle strutture del Ministero anche dei Beni Culturali sia rispettato e siano rimosse le cause che oggi vedono in pericolo pezzi di patrimonio culturale e degli stessi addetti. Per questi motivi, vista la sordit degli attuali responsabili politici e amministrativi del Ministero ,Signor Presidente le rivolgiamo lappello affinch possa richiamare anche in questa vicenda, il senso del rispetto delle regole, della trasparenza affinch le scelte di 216 Dirigenti siano compiute nellinteresse del Patrimonio che non solo il nostro ma dellintera umanit.
Cordiali saluti.
Roma,
l 28 marzo 2008


Gianfranco Cerasoli
Segretario Generale




Roma
28marzo 08
LUfficio Stampa



news

02-06-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 2 giugno 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news