LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Appello ai presidenti delle Camere e al presidente della Repubblica

Bisogna difendere attivamente larticolo 9 della Costituzione, evitando il trasferimento della tutela dallo Stato ad altri Enti: assieme ai tagli pesantissimi al bilancio esso sarebbe la mazzata definitiva. Ma bisogna anche battersi contro la trasformazione del Ministero in una sorta di agenzia per il prestito a pagamento dellarte italiana allestero.

Il vasto e strategico campo dei Beni culturali e paesaggistici nella pi totale confusione e frustrazione. Confusione istituzionale anzitutto. La sera del 3 ottobre due ministri della Repubblica, Calderoli e Matteoli, hanno infatti annunciato che con un semplice emendamento al disegno di legge sul federalismo fiscale il Consiglio dei ministri aveva approvato un articolo aggiuntivo in base al quale si assegnava allEnte Roma Capitale (il prossimo assetto del Comune di Roma disegnato dal DDL medesimo) anche la tutela e la valorizzazione dei beni storici, artistici, ambientali e fluviali. In conseguenza di ci, il sindaco di Roma Alemanno ha esultato affermando che tutte le funzioni venivano concentrate nellassemblea capitolina eliminando passaggi e controlli. Un vero e proprio stravolgimento storico della Costituzione che, allarticolo 9, attribuisce la tutela alla Repubblica e quindi, in primo ordine, allo Stato e al Ministero per i Beni culturali e ai suoi organismi tecnico-scientifici. Come hanno confermato, pi volte, le sentenze della Corte Costituzionale in materia.
Soltanto undici giorni pi tardi, il 14 ottobre, il ministro per i Beni Culturali, Sandro Bondi, in seguito ad una polemica giornalistica, ha smentito: quellarticolo aggiuntivo non mai stato approvato n quindi allegato (ed vero) al testo del disegno di legge inviato al Quirinale per il parere che ne avvia liter parlamentare. In tanta confusione istituzionale facciamo appello ai presidenti delle Camere e al presidente della Repubblica affinch vigilino sulla probabile ripresentazione dellemendamento sul trasferimento della tutela in sede di dibattito parlamentare senza alcuna preventiva discussione nelle sedi competenti. Noi chiediamo con forza che quel trasferimento della tutela dalla Repubblica, cio in primo luogo dallo Stato, al Comune di Roma e domani alle Regioni e/o ad altri Comuni venga scongiurato. Sarebbe la demolizione definitiva, per legge ordinaria, dellart. 9 della Costituzione, di uno dei punti fondamentali della nostra civile idea di cultura e di tutela, della stessa unit del Paese.
Assieme alla confusione istituzionale un altro male colpisce i Beni culturali e la cultura: sono i tagli pesantissimi che vengono inferti al bilancio, gi inadeguato, del Ministero (paralleli a quelli non meno gravi inflitti allAmbiente), riducendone le risorse dai 625 milioni di questanno alla miseria di 73 milioni del 2011. E la mazzata definitiva alla tutela attiva del patrimonio storico-artistico e paesaggistico dellItalia gi compromesso dalla cronica pochezza di mezzi e di personale tecnico ed la premessa pratica alla devoluzione della tutela a soggetti regionali e comunali. La reazione a questi tagli, subiti quasi senza proteste, , da parte dei vertici del Ministero, lannuncio di una serie di accordi in corso con musei stranieri per il prestito a pagamento di opere darte italiane, la trasformazione, insomma. del nostro Paese in una sorta di ipermercato dellarte e degli organismi pubblici in altrettante agenzie per il prestito, il pi possibile lucroso, dei propri delicati e antichi gioielli, esponendoli a non pochi rischi e sottraendoli alla fruizione di visitatori e turisti ancora numerosi nei nostri non polverosi ma attrezzati musei. Anche contro questa degenerazione dellidea di cultura - da valore fondamentale in s e per s per il Paese intero a sfruttamento commerciale dei beni artistici - diretta la nostra pi energica e appassionata protesta.

Vittorio Emiliani, Luigi Manconi, Vezio De Lucia, Irene Berling, Paolo Berdini, Desideria Pasolini dallOnda, Gaia Pallottino, Arturo Osio, Violante Pallavicino, Annarita Bartolomei, Bernardo Rossi Doria, Nino Criscenti (tutti del Comitato per la Bellezza), Marisa Dalai assieme alla Associazione R. Bianchi Bandinelli, Clelia Arduini presidente di Archeoclub, Pier Giovanni Guzzo, Bernardino Osio dellUnion Latine, Donata Levi e la redazione di Patrimoniosos, Fulco Pratesi, Mario Pirani, Giorgio Ruffolo, Pier Luigi Cervellati, Edoardo Salzano, Antonio Pinelli, Bruno Toscano, Mario Torelli, Marco Tullio Giordana, Milton Gendel, Giuseppe Giulietti, Gabriele Simongini, Michela Scolaro, Sandro Amorosino, Stefano Sepe, Paolo Urbani, Fulvio Cervini, Valentino Podest, Gianfranco Cerasoli e la Uil-Beni Culturali, Benedetta Origo, Paolo Baldeschi, Marco Collareta, Ettore Spalletti, Chiara Savettieri, Carlo Catalogna, Paolo Hutter, Ivana Della Portella, Rino Falcone, Chiara Valentini, Gianandrea Piccioli, Donella Giacotti, Alessandro Nigro, Maria Grazia Messina, Anna Longo, Elena Doni, Lucio Fiorini, Gaetano Carancini, Rita Paola Guerzoni, Maria Ines Aliverti, Paolo Braconi, Antonella Gioli, Antonella Capitanio, Claudio Zambianchi, Concetta DAngeli.



news

27-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 27 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news