LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Legge delega, soppressa la depenalizzazione
M. Ze.
l'Unit, 18/2/2004

Alla fine il governo stato costretto a tornare sui suoi passi. Per la fortuna del paesaggio, ieri la commissione Ambiente ha soppresso il famoso comma dell'articolo 32 della legge delega che prevedeva la depenalizzazione dei reati ambientali. stato lo stesso relatore Pino Specchia, di An, a presentare un emendamento del tutto identico a quelli presentati dall'opposizione, volto ad eliminare la norma che ha fatto mobilitare non soltanto gli ambientalisti, ma anche gli uomini di cultura in difesa del patrimonio italiano pi prezioso: il paesaggio.
Ovviamente la sua proposta stata approvata all'unanimit con il parere favorevole del governo messo nell'angolo dalle proteste trasversali. Abbiamo mantenuto - ha detto Specchia - quanto avevamo promesso. A Palazzo Madama stato cos possibile rimediare a una "svista" della Camera, che ha provocato molti appelli da parte di associazioni ambientaliste ed esponenti della cultura e dello spettacolo. la conferma che il centrodestra - conclude Specchia - ritiene prioritaria la tutela dell' ambiente e del paesaggio.
A credere alla storia della "svista" in realt sono davvero in pochi. Secondo Sauro Turroni, dei Verdi, sono state le opposizioni e gli ambientalisti a costringere governo e maggioranza a tornare sui propri passi, cancellando la norma di depenalizzazione perpetua delle opere edilizie abusive che massacrano il paesaggio italiano. Inizialmente maggioranza e governo, messi in evidente difficolt dalle proteste che venivano da ogni parte, propendevano per alcune modifiche migliorative, che avrebbero risolto solo i casi in cui la sanatoria si sarebbe potuta applicare. Sarebbe comunque rimasta la vergogna di una depenalizzazione per i reati nei confronti di uno dei beni pi preziosi del nostro Paese: il suo paesaggio.
Aggiunge Fausto Giovanelli, capogruppo Ds in Commissione, siamo soddisfatti di questo risultato, ma dobbiamo denunciare che la Destra perde il pelo ma non il vizio del condono paesistico permanente. La famigerata norma ormai un morto che cammina, ma il suo replicante, vivo e vegeto, nel Codice Urbani. Con la Destra il male che esce dalla porta rientra dalla finestra. L'articolo 146 del Codice Urbani toglie infatti alle soprintendenze il potere di dire l'ultima parola sugli interventi nelle aree vincolate. Significa che il comune decider sia sull'urbanistica che sulla tutela, e non realistico che possa impedire con una mano ci che ha concesso con l'altra. In altri termini, lo Stato non garantir pi, come stabiliscono gli articoli 9 e 117 della Costituzione, la tutela del paesaggio come "capitale fisso" di tutti gli italiani, Questo significa anche -conclude Giovanelli - che viene cancellata di fatto la legge Galasso, che finora ha tutelato il 48 per cento del territorio italiano.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news