LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SOS BIBLIOTECHE Il ticket sui libri in prestito
Marco Dotti
Il Mattino


Scrittore e saggista, nonch critico teatrale di indubbio livello, Ludwig Brne proveniva da una famiglia ebraica di Francoforte. Infanzia e adolescenza interamente circoscitte nell'universo del ghetto, divenne una delle penne pi caustiche e progressiste dei suoi anni, costantemente in bilico tra emancipazione sociale e restaurazione politica. Oggi, in tempi altrettanto oscuri, ma senza arie di rivoluzioni a darci qualche lampo di speranza, il suo nome dice poco. Eppure, nella prima met del diciannovesimo secolo, questo ebreo miscredente, cresciuto sotto l'influsso di Mendelssohn, attratto senza riserve da Jean Paul e animato da una precisa avversione etica ed estetica per Goethe e la retorica pangermanica, fu tra i pi temuti e apprezzati pubblicisti di lingua tedesca. Chiunque abbia presente l'opera di Freud, ricorder che il nome di Brne appare, in Preistoria del movimento psicoanalitico, come l'autore del solo libro ancora conservato, tra quelli regalatigli durante la giovinezza. Conteneva un testo particolarmente significativo che fin dal titolo, L'arte di divenire uno scrittore originale in tre giorni, scontava un gusto, non indifferente, per il paradosso. Scritto di getto nel 1823, il testo di Brne volutamente calcato (al limite del plagio, e proprio questo il punto) su un analogo lavoro di Heinrich von Kleist, dedicato all'impossibilit di dirsi creatori di alcunch. La nostra mente - scrive Brne - una sorta di palinsesto, un insieme di reminiscenze involontarie e di criptoamnesie continue. Solo una riprovevole codardia mentale - conclude - blocca tutti quanti, e la censura dei governi forse meno oppressiva della censura che l'opinione pubblica esercita sulle opere del nostro spirito. notizia di questi giorni che la mano, sempre all'opera, di questa doppia censura ha aggiunto un nuovo tassello al suo complesso mosaico proibizionista. Il 16 gennaio scorso, infatti, la Commissione europea ha avviato un procedimento di infrazione contro l'Italia, la Francia, la Spagna, il Portogallo, il Lussemburgo e l'Irlanda affinch siano modificate le legislazioni di questi paesi che prevedono la gratuit del prestito pubblico effettuato da biblioteche e altri enti pubblici. La ragione del contendere , ovviamente, il prezzo del biglietto, un ticket che gli utenti dovrebbero versare nelle casse degli editori e delle loro associazioni di categoria, a titolo di risarcimento per le copie gratuitamente lette e non vendute. La notizia sarebbe passata inosservata se gran parte dei bibliotecari italiani non avesse avviato un rigoroso dibattito sul problema. Lo scenario che si apre quello di un provvedimento che si inscrive in un quadro generale di attacco al diritto di leggere e di `consumare' cultura, musica, informazione, una censura rispetto a quell'attivit creativa della lettura a cui facevano cenno proprio Kleist e Brne. Anche se non dovesse sortire effetti immediati, la procedura ha gi ottenuto il risultato di far considerare oggi plausibile ci che fino a ieri sembrava inconcepibile. la solita vecchia, bruttissima, storia dei (pochi e di pochi) diritti e dei sempre pi invadenti doveri.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news