LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

L'INTERVISTA. PARLA IL PROF. SETTIS : Un esito pericoloso, colpa di Tremonti
TIRRENO 29 FEB 2004


PISA. Il silenzio-assenso per la cessione dei beni culturali una pessima idea e risente chiaramente dell'influenza del ministro Tremonti.
Il direttore della Scuola Normale di Pisa Salvatore Settis stato uno dei 5 saggi-consulenti che hanno partecipato alla stesura dei 184 articoli del Codice Urbani: non nasconde la sua delusione e critica aspramente il risultato finale, su tutta la linea.

Secondo i sostenitori del silenzio-assenso un'indiscriminata cessione di beni a privati sarebbe fugata dal fatto che esso era gi previsto nel regolamento 283 del 2000. Lei cosa ne pensa?

Il regolamento del 2000 per l'alienazione di immobili del demanio culturale conteneva in effetti norme e scadenze secche, ma non espresse nei termini del silenzio-assenso. E' questo lo sviluppo nuovo e peggiorativo, che non era affatto necessario. E' Tremonti che lo ha imposto, poich in origine il codice Urbani prevedeva tutt'altra procedura.

Ritiene positiva la tutela divisa tra Stato ed enti locali, prevista nel codice?

No, assolutamente: il rapporto Stato-regioni forse l'aspetto pi debole del codice. MA bisogna onestamente riconoscere che la maggior colpa non di chi l'ha scritto, ma della riforma del titolo V della Costituzione, che ha creato in materia una grandissima confusione. Anche qui, comunque, la stesura finale molto peggiorativa. Per dirne solo una, stata abbandonata l'idea di recepire la definizione di "museo" adottata dall'organismo internazionale di riferimento, l'Iccom, che era stata inclusa in una versione precedente, ed stata invece adottata una definizione assai pi restrittiva e povera, dalla quale sparisce per esempio una delle finalit-chiave del museo: cio la ricerca dello staff in funzione della fruizione da parte del pubblico. Insomma, si in pratica voluto negare il fatto che i musei sono e devono essere centri di ricerca, e che la tutela si deve fare in funzione essenzialmente della fruizione.

E il possibile ingresso dei privati nella gestione?

La possibile funzione dei privati nella gestione dei musei un'altra grossa ragione di preoccupazione. Il codice Urbani su questo fronte non innova rispetto alla legislazione precedente, ma ne consolida aspetti assai discutibili: per esempio un modello di fondazione museale in cui le competenze tecnico-scientifiche passano in ultima linea rispetto a forme di controllo extra-scientifiche, prospettando consigli di amministrazione di nomina al 90 per cento politica. Non solo colpa del codice, ma anche qui non si va certo avanti.



news

27-01-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 27 gennaio 2020

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

Archivio news