LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

COMUNICATO STAMPA Punti critici nella riforma del Ministero per i beni e le attivit culturali




Permane la scissione fra tutela e valorizzazione. Il persistente accentramento svilisce le Soprintendenze. Ambigue le attribuzioni per i prestiti di opere alle mostre. No al sacrificio di arte e architettura contemporanea in sede di Direzione Generale.

LAssociazione Bianchi Bandinelli, lAssotecnici e il Comitato per la Bellezza esprimono soddisfazione per la decisione del Ministro Bondi di voler riformulare la proposta di regolamento del Ministero per i beni e le attivit culturali, anche a seguito della grande mobilitazione delle associazione di tutela e della comunit scientifica internazionale. Tuttavia, in attesa che il Consiglio Superiore per i beni culturali e paesaggistici si riunisca ed esprima un parere sulla nuova bozza di riforma, vogliamo evidenziare alcuni punti su cui ci sembra che non si possa scendere a compromessi:

- la creazione della nuova Direzione generale, non pi per i Musei ma con il compito di promuovere e valorizzare lintero patrimonio culturale, rischia di sancire in modo grave limpropria separazione tra tutela e valorizzazione, che fanno invece parte, insieme alla conoscenza, di un unico e inscindibile processo. Laffidamento a una figura con competenze manageriali, posta al di sopra delle professionalit tecnico-scientifiche, non pu che condurre alla trasformazione della valorizzazione in mercificazione, escludendo di fatto leducazione, la didattica, la diffusione della cultura quali compiti primari. Rimangono ambigue le attribuzioni di poteri decisionali in materia di prestiti di opere alle mostre.

- il ruolo delle Soprintendenze continuer a essere svilito, anzich potenziato, da un centralismo e una burocratizzazione della struttura amministrativa che non possono essere risolti con lassegnazione di poteri assoluti a un super-manager. Prima di qualsiasi riforma ai vertici vanno scongiurate le conseguenze dei tagli drastici che di fatto porteranno alla paralisi la rete della tutela territoriale e che non possono essere compensate dalla promozione di mostre ed eventi.

- la fusione delle due Direzioni generali BASAE e PARC (per i Beni Architettonici, Storico Artistici ed Etnoantropologici; e per il Paesaggio, lArchitettura e larte Contemporanee) verrebbe a creare una Direzione dalle dimensioni del tutto sproporzionate rispetto alle altre e cancellerebbe di fatto il ruolo autonomo e specifico che con la creazione della PARC (e prima della DARC) avevano raggiunto le arti e larchitettura contemporanee. Il ripristino, per questa nuova Direzione generale, della vecchia e superata denominazione alle Belle Arti (insieme al ritorno alle Antichit per i beni archeologici) cancellerebbe un secolo di discussione critica ed estetica sulla definizione di patrimonio e di bene culturale, nonch sui concetti di arte contemporanea e di avanguardia.
Auspichiamo infine su tutta questa delicata e complessa materia un dibattito adeguato in sede parlamentare a partire dalle Commissioni Cultura dove, specie alla Camera, si sono gi manifestate interessanti aperture e sensibilit.


ASSOCIAZIONE BIANCHI BANDINELLI
ASSOTECNICI
COMITATO PER LA BELLEZZA
Roma, 3 dicembre 2008



news

27-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 27 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news