LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Palcoscenico d'arte
Lia Quilici
L'Espresso 11/3/2004

L'appuntamento annuale con il Fai ormai un rito di primavera. Una festa che si ripete ogni anno con l'arrivo della bella stagione, ma che non celebra solo la rinascita della natura, come accadeva nella notte dei tempi con il ritorno di Proserpina o la pasqua arcaica, ma quella della cultura. Sono infatti 12 anni che il Fondo per l'ambiente italiano presieduto da Giulia Crespi fa aprire gratis al pubblico luoghi e monumenti per lo pi inaccessibili per il resto dell'anno. E' un rito che cresciuto velocemente nel tempo: nel 1993 furono aperti 50 monumenti in 30 citt per 30 mila visitatori; nel 2003 i monumenti sono stati 357 in 180 citt e i visitatori 370 mila. Ed un rito che ha voluto anche darsi un manifesto dove si considera l'esperienza personale di ciascun individuo con la natura e con le migliori opere dell'uomo il veicolo essenziale per l'educazione al gusto, all'armonia, al riconoscimento della bellezza. Forse per questa attenzione misurata al bello che gli appuntamenti del Fai sfuggono in genere a quella corsa affannosa e un
po' cieca a visitare tutto che contraddistingue il turismo culturale di massa. C' infatti tempo dilatato e gusto delle cose piane, in questo dodicesimo appuntamento di sabato 20 e domenica 21 marzo, che apre 380 siti in 196 citt, partendo proprio dalla riproposta di una tradizionale pausa anglosassone. Da Alassio a Bordighera, Portofino, Genova si potranno visitare i luoghi (chiese anglicane, tennis club, biblioteche) dove la nutrita colonia inglese che abit la regione tra le due guerre mondiali riprodusse le lente abitudini della madre patria, con l'ora del t e la lettura del "Times". E dove non c' documentazione soccorre l'immaginazione. Partendo da Villa Saluzzo Mongiardini di Genova, dove alloggi Byron, ci si potr inoltrare in una suggestiva passeggiata che lo stesso Byron o Dickens potrebbero aver fatto. Ogni angolo d'Italia avr, come sempre, il suo gioiello da riscoprire. Si va dagli itinerari "acquatici" di Milano a quelli archeologici etruschi e romani del Lazio, dall'apertura straordinaria dell'area industriale ex-Gaslini di Bari a quella del cinquecentesco Forte San Salvatore a Messina, fino a quella, inaspettata perch fuori dai confini nazionali, del Santuario della Madonna di Castagnevizza in Slovenia, dove sono sepolti i Borboni morti in esilio. Il comune di Tirano presso Son-drio rivivr l'apertura dell'intero borgo e di 12 monumenti, mentre nella preziosa
cittadina toscana di Cortona si schiuderanno chiese francescane e palazzi settecenteschi. Per chi ama l'architettura industriale possibile visitare 12 centrali elettriche, da quella di Tornavento sul Ticino a quella di Flumendosa in provincia di Nuoro. Per conoscere tutte le possibilit offerte dal Fai e programmare in tempo il proprio benvenuto culturale alla primavera, si pu telefonare al numero 0141 720850 (che risponde 24 su 24) o collegarsi al sito www.fondoambiente.it. Per entrare in un mondo particolare e segreto conviene forse indirizzarsi sull'Emilia Romagna dove quest'anno, dopo il successo nell'edizione 2003 dell'apertura delle Sagrestie, si ammireranno i teatri storici delle citt piccole e grandi. I teatri apriranno al pubblico anche i loro spazi pi riservati: dalla sala macchine al golfo mistico, dal proscenio ai camerini degli artisti. Visitando il Teatrino di Villa Aldrovandi-Mazzacorati di Bologna o la Sala Gaddi di Forl o il Teatro Errico Petrella di Longiano o il Teatro Nuovo di Mirandola o, ancora, l'Alighieri di Ravenna si verr guidati da uno dei 4 mila volontari che affiancano il Fai, ma si leggeranno anche le testimonianze di alcuni protagonisti del mondo teatrale che hanno plaudito all'iniziativa. Tra questi Claudio Abbado, il quale ricorda come i teatri siano protagonisti della nostra storia culturale per la particolare struttura che consente tante forme di esperienza e racconto. E avverte: Addentrarsi in questo mondo fatto di autentici gioielli, uno pi prezioso dell'altro, pu essere un viaggio non meno affascinante degli spettacoli che vi si rappresentano.
Anche Raina Kabaivanska ha voluto ricordare di aver veramente conosciuto l'Italia attraverso i suoi teatri, grande chiave di lettura delle diverse anime del Paese: Si entra dall'ingresso degli artisti, si attraversa il palcoscenico buio con odore di polveri secolari, si arriva al proscenio dove le luci ti abbagliano, l'armonia delle linee ti stupisce, l'acustica ti avvolge in onde sonore perfette, la bellezza degli addobbi ti rapisce. E ogni volta una magia nuova.



news

13-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news