LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

NEWSLETTER TOSCANA: Parco della Piana

I residenti chiamati a decidere su 3200 ettari di parco metropolitano

Parco della Piana, loccasione per una politica diversa
La risposta toscana alla crisi della politica: sulle grandi scelte la parola ai cittadini

Parco della Piana - I residenti chiamati a decidere

Unarea di oltre tremila ettari, che va dal parco di Castello fino allarea sud del sistema produttivo pratese, estesa attraverso i territori di quattro comuni (Firenze, Prato, Campi Bisenzio, Sesto Fiorentino) e due province (Firenze e Prato), delimitata a nord dalla Perfetti-Ricasoli e a sud dalla via Pistoiese. Un'area che comprende il Sir Stagni della Piana, le Cascine di Tavola e della Querciola, Villa Montalvo, loasi di Focognano e larea archeologica di Gonfienti. Sono i confini del primo parco metropolitano toscano - un parco da vivere al centro dell'area pi popolata della Toscana, con sentieri e piste ciclabili, per la cui realizzazione sono previsti due milioni di euro l'anno di finanziamenti regionali gi decisi fino al 2010 - il quale verr creato attraverso un processo partecipativo che chiama in causa le sei amministrazioni locali e tutti i duecentomila residenti. Le infrastrutture gi decise, come il termovalorizzatore ad esempio, non potranno essere messe in discussione: si potr per discutere come realizzarle. Tutto il resto potr essere oggetto di dibattito.
La Regione spiega l'assessore alle riforme istituzionali, Agostino Fragai - con questa iniziativa fa una scelta coraggiosa e di massima apertura verso la partecipazione dei cittadini su un progetto di grande rilevanza urbanistica, sociale e culturale: una scelta coerente con quella che un anno fa ci ha portato ad approvare, primi in Italia, una legge regionale sulla partecipazione. L'obiettivo sempre lo stesso: fare prima e meglio, discutere prima e non dopo l'apertura di un cantiere, prima ancora anzi dell'approvazione di un progetto, informare e confrontarsi, con tempi certi che sono quelli imposti dalla legge che abbiamo approvato e in modo trasparente.
Di fronte alle ultime vicende politiche, alle continue affermazioni di crisi della politica, ai richiami della questione morale nei partiti la Toscana schiera dunque i cittadini. Sul futuro del Parco della Piana, infatti, la giunta ha deciso ieri di promuovere, dintesa con i Comuni di Prato, Campi Bisenzio, Sesto Fiorentino e Firenze e le Province coinvolte, un processo di partecipazione e comunicazione che vedr i cittadini protagonisti dei destini urbanistici dell'area: cittadini che saranno al tempo stesso fruitori e custodi di questo patrimonio. E gli strumenti per stimolarne il coinvolgimento sono tanti: town meeting, giurie di cittadini in parte estratti a sorte, interviste telefoniche, laboratori, l'uso delle nuove tecnologie. Siamo lieti oggi di poter rendere i cittadini toscani partecipi in prima persona di questo patrimonio sottolinea l'assessore regionale al territorio, Riccardo Conti, presentando il progetto. Questarea, - prosegue - destinata ad ospitare e armonizzare entro una grande parco agricolo, rurale, ambientale anche nuovi servizi, nuove infrastrutture e nuovi impianti, richiede un attento e lungimirante governo del territorio, un governo integrato e coordinato tra le amministrazioni interessate, ma anche tra i cittadini, singoli e associati, che con quelle amministrazioni debbono e possono interagire stabilmente. Quella del parco della Piana a nostro parere unarea dove la campagna, anzich banalmente urbanizzata, vuole tornare ad essere un luogo in cui poter vivere tutti, un grande e inatteso prolungamento delle piazze delle citt e dei borghi che sul Parco si affacciano, dove tutti potranno incontrarsi.
Il processo partecipativo prevede una prima fase della durata di sei mesi e fasi successive fino al completamento del parco. Il procedimento sar coordinato dal Garante regionale della comunicazione per il governo del territorio, che - in collaborazione con le amministrazioni della Regione, degli Enti locali e interagendo con tutto lassociazionismo interessato, - ne curer la gestione, avvalendosi anche della consulenza dellAutorit della partecipazione.


Autore: Francesca Calonaci e Walter Fortini
Rif. 105925

http://www.regione.toscana.it/regione/export/RT/sito-RT/Contenuti/sezioni/ambiente_territorio/parchi_aree_protette/visualizza_asset.html_1698423025.html


news

02-06-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 2 giugno 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news