LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CASA: BONDI DA FAZIO, RASSICURO FAI E LA CRESPI SUL PIANO


(ANSA) - ROMA, 29 MAR - "Rassicuro il Fai e Giulia Maria Crespi, come ho gi fatto di persona, dopo la sua supplica di far qualcosa per fermare il piano casa che centri storici e aree vincolate saranno salvaguardate", ha detto il Ministro per i beni e le attivit culturali Sandro Bondi, ospite su Rraitre di Fabio Fazio a Che tempo che fa. Il piano casa, per il ministro, "e una buona cosa" e dice di poterlo affermare anche essendo stato a suo tempo sindaco di una piccola cittadina ("quando ero comunista e oggi sento la responsabilit morale di aver aderito a quel partito"): "Negli ultimi 50 anni lo sviluppo urbanistico del nostro paese stato pessimo. I centri storici sono stati abbandonati perch non vi si poteva fare alcun intervento. E paradossalmente stata colpa dei piani regolatori. Non si pu impedire a chi ha bisogno di una stanza in pi per i figli di aggiungerla alla propria casa e bisogna aver fiducia che lo far al meglio". (ANSA).



(ANSA) - FIRENZE, 28 MAR - Sospensione dell'iter di approvazione della proposta di legge sull'edilizia residenziale sociale e un piano casa straordinario e immediato per nuovi alloggi pubblici. E' quanto chiede una petizione degli assegnatari delle case popolari e dei responsabili delle autogestioni, presentata nel pomeriggio a Firenze nell'ambito di un'iniziativa dell'Unione inquilini. La petizione, indirizzata al presidente della giunta regionale Claudio Martini, ai capigruppo e al presidente della commissione territorio e ambiente del Consiglio regionale Erasmo D'Angelis, sottolinea in particolare la negativit di alcune previsioni della nuova legge, come "la mobilit d'ufficio, l'introduzione di nuovi criteri per la valutazione dei redditi che porterebbe a drastici aumenti, e la vendita, in futuro, a base d'asta degli alloggi disponibili". "Ci sono forti rischi - ha spiegato Vincenzo Simoni, segretario nazionale dell'Unione inquilini - che i canoni aumentino. Inoltre preoccupa il fatto che i contratti non siano pi permanenti ma scadano dopo quattro anni. Tutto ci, insieme alla possibilit della mobilit per quelle persone che, a causa della riduzione del proprio nucleo familiare, vivono in case sovradimensionate, preoccupa fortemente gli assegnatari. Basterebbe un po' di buon senso, come per esempio prevedere la mobilit solo per chi disponibile e lasciare stare nell'abitazione di tutta una vita gli anziani ormai soli". "Con questa proposta di legge - ha aggiunto Simone Porzio, segretario regionale del Sunia - si sminuisce il ruolo dei comitati di autogestione e delle rappresentanze sindacali. Non ci sono inoltre adeguate garanzie sui canoni". (ANSA).



PIANO CASA: MATTEOLI, TESTO AL PROSSIMO CDM
(ANSA) - ROMA, 27 MAR - Il piano casa arriver "al prossimo Consiglio dei ministri". Lo ha assicurato il ministro dei Trasporti, Altero Matteoli, a margine del congresso del Pdl. Quanto allo strumento che verr scelto e ai contenuti, Matteoli non si sbilancia: "Stiamo lavorando con le Regioni". (ANSA).


CASA: ECCO I PIANI DI SARKOZY, MERKEL, ZAPATERO E BROWN/ANSA
SI PUNTA SU CASE POPOLARI MA ANCHE SU AFFITTI E MUTUI AGEVOLATI
ROMA
(ANSA) - ROMA, 27 MAR - Governo e Regioni nel loro confronto sul piano casa, possono trovare diversi spunti da quanto hanno gi fatto altri grandi Paesi europei, che hanno preceduto l'Italia su questa strada. i dati sono contenuti in un Dossier del Servizio Biblioteca della Camera. FRANCIA: Con la Manovra approvata il 30 dicembre scorso il governo Sarkozy ha innanzi tutto stanziato fondi per costruire 100.000 nuove case popolari nel biennio 2009-2010. La stessa legge ha pure raddoppiato l'importo del prestito a tasso zero per l'acquisto della prima casa nel corso del 2009. La misura riguarda circa 100.000 prestiti per l'acquisto di immobili nuovi, favorendo cos l'edilizia. Altri 50 milioni sono andati ai Comuni che finanziano il cosiddetto "Pass foncier", cio una serie di agevolazioni e contributi in favore persone con redditi bassi che sono in affitto in case di Enti ed hanno il diritto di prelazione. I 50 milioni attiveranno 30.000 nuovi "Pass foncier". Altri 52 milioni sono destinati a quegli Enti che in Francia svolgono la cosiddetta "intermediazione locativa"; essi prendono in affitto degli immobili e poi li danno in locazione a canone pi basso a persone in difficolt economica. Una quarta iniziativa imita la legge Bersani per le ristrutturazioni edilizie e il risparmio energetico. Per il 2009 sono stati stanziati 200 milioni. Un altro capitolo riguarda i senza tetto, i 'clochard': circa 100 milioni sono stati destinanti a ristrutturare i centri di accoglienza e a realizzare 200 nuovi posti (per le emergenze e per i soggiorni di media durata). Questo piano era partito un anno fa, con 22,5 milioni di euro per 1.830 posti aggiuntivi. GERMANIA: Angela Merkel ha messo in campo ingenti risorse sul problema casa, ma concentrate in due sole direzioni. Il 7 ottobre scorso il Governo ha varato un pacchetto per le famiglie (6 miliardi nel 2009 e 14 nel 2010). Quelle con redditi bassi che vivono in affitto, riceveranno una "una tantum" come aiuto per pagare l'aumento dei costi del riscaldamento. Si tratta di 800.000 famiglie di cui 300.000 pensionati. Il pacchetto anticrisi, approvato il 5 novembre (del valore di 31 miliardi), prevede dei sussidi per 3 miliardi per le ristrutturazioni edilizie in senso ecologico, e deduzioni dalle imposte per i lavori in casa. REGNO UNITO: Gordon Brown ha iniziato da chi in difficolt nel pagare il mutuo: due appositi Fondi finanziano i lavoratori che perdono il posto (ricevono contributi pubblici che coprono parzialmente la rata) nonch quelli in difficolt economiche (ottengono il differimento di due anni del pagamento delle rate). Inoltre 200 milioni sono destinati a sostenere i proprietari che si sono indebitati e a cui verrebbe pignorata la casa: essi ricevono anche il patrocinio gratuito dallo Stato. Molta creativit anche per favorire l'acquisto e quindi la costruzione di nuove case: a parte due forme di mutuo agevolato, il governo ha proposto la "shared ownership" per le famiglia con un piccolo risparmio: esse possono acquistare il 25% di propriet della casa e pagare l'affitto del restante 75%, salvo poter in seguito comprare una ulteriore quota. Le giovani coppie possono invece pagare per cinque anni un'affitto dell'80%, con riserva di acquistare poi una quota di propriet.
SPAGNA: Anche il governo di Luis Zapatero partito da chi fa fatica a pagare il mutuo. Un legge del 28 novembre scorso permette alle famiglia in difficolt di avere una riduzione della rata mensile (fino a 500 euro) fino al febbraio 2011; la quota sar spalmata dal marzo 2012 per i successivi 15 anni. E' stata poi allungata di due anni l'agevolazione fiscale dei cosiddetti "conti risparmio casa", vale a dire dei conti bancari aperti da famiglie ed esplicitamente destinati all'acquisto della prima casa, su cui non si paga alcuna tassa. La Spagna ha varato una legge con benefici fiscali per le ristrutturazioni edilizie per migliorare l'efficienza energetica delle case e abbattere le barriere architettoniche. (ANSA).



news

04-06-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 4 giugno 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news