LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Galleria, decida la città
Stefano Rossi
La Repubblica - 15 agosto 2002

L'Ulivo: referendum contro la vendita. Il coordinatore del centrosinistra Antoniazzi: "Sembra una barzelletta"Panzeri, Cgil: "Manca un progetto serio Sanno solo copiare la politica del governo". I Ds lanciano una raccolta di firme: "Questi sono i gioielli di famiglia: è come se il Papa decidesse di vendere San Pietro".
«Noio vulevùn savuàr…». Per il centrosinistra l´Albertini che vuole vendere la Galleria assomiglia a Totò che cerca di piazzare ai turisti il Colosseo. «Siamo alla barzelletta - attacca Sandro Antoniazzi, voce dell´opposizione - pensavo davvero che fosse una storia come Totò e il Colosseo e invece... Siamo alla frutta. È inaccettabile che questa giunta svenda un patrimonio dei milanesi accumulato dalle generazioni passate. Il problema è far rendere meglio il patrimonio immobiliare, non quello di avere ogni tanto un´entrata straordinaria. Se il Comune deve aumentare le entrate per affrontare la spesa corrente, non mi sembra questo il modo migliore per fare cassa. L´Aem rendeva al Comune 100-120 miliardi di lire l´anno e ne è stata venduta la metà per 600 miliardi, subito spesi. Adesso ogni anno ci sono 60 miliardi delle vecchie lire in meno». La conclusione di Antoniazzi è «un appello alla società civile» per scongiurare questa la cessione: «Chiederemo eventualmente un referendum preventivo».I Ds annunciano già la raccolta di firme contro la privatizzazione dei 192 vani immobiliari della struttura e confermano la richiesta di referendum qualora la giunta accolga la proposta di Albertini: «È sbagliato vendere la Galleria - sostiene il segretario cittadino, Pierfrancesco Majorino -Sarebbe grave veder diventare di pochi un patrimonio della storia di Milano».Anche Emanuele Fiano, capogruppo della Quercia a Palazzo Marino, ricorre a un´immagine: «Sarebbe come se il Papa volesse vendere San Pietro. Albertini dice che le dismissioni sono nel suo programma ma di Galleria non si è mai parlato. Questi sono i gioielli di famiglia».«Si deve gestire, non vendere, ma questa giunta più che amministrare pare voler liquidare». La pensa così Alberto Mattioli, capogruppo della Margherita: «Questa idea è un´ulteriore spia delle difficoltà di Albertini con il governo di centrodestra, dal quale non ottiene più risorse di prima. Quest´idea sarà impopolare come quella del ticket d´ingresso in città, di questo passo il sindaco non arriva al 2004».Chiude l´elenco dei «no» di matrice politica Rifondazione comunista: «La Galleria Vittorio Emanuele è uno dei simboli di Milano - è l´incipit solenne del capogruppo Gianni Occhi - È un patrimonio pubblico di alto prestigio che non può essere venduto per incapacità amministrativa e irresponsabilità del sindaco Albertini e della sua giunta. Grave è il coinvolgimento del governo per aggirare i vincoli della sovrintendenza. La giunta Albertini ha affittato enormi spazi a prezzi irrisori in Galleria e verso il Duomo, dimostrandosi incapace di valorizzare il patrimonio esistente, ha gettato miliardi per opere inutili e discutibili come il Teatro degli Arcimboldi o la Fabbrica del Vapore e ora dice che mancano soldi per la città».Interviene infine il sindacato, per bocca di Antonio Panzeri, segretario della Camera del Lavoro: «Trovo fuori luogo che si copi in miniatura la politica governativa attuata con la Patrimonio Spa. L´unico obiettivo è fare cassa ma manca qualsiasi ragionamento, se non generico, sugli investimenti. Sono operazioni contabili, non vedo progettualità. Questo approccio non è serio. Sul tema dismissioni e investimenti andrebbe aperto un confronto di merito tra le forze politiche e sociali. Invece non ho sentito nominare da sindaco e giunta le tre priorità milanesi: lo sviluppo economico e sociale, il welfare locale di una città che invecchia, la casa».

http://www.dsmilano.it/Pressroom/2002/08/rep2_0815_galleria-destra-spaccata.htm


news

20-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news