LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Condono edilizio, dalla Camera il s definitivo alla proroga
Bianca Lucia Mazzei
Il Sole 24Ore, 26/5/2004

Con 221 voti favorevoli e 157 contrari la Camera dei deputati ha dato il via libera definitivo alla conversione in legge del Dl 82/2204 che ha prorogato al 31 luglio il termine per aderire al condono edilizio. L'intero centrosinistra ha votato contro. Il provvedimento, licenziato in seconda lettura, oltre a rinviare la scadenza per la presentazione della domanda e il pagamento della prima rata dell'oblazione e degli oneri concessori ha posticipato anche i termini per versare seconda e terza rata, portandole al 30 settembre e al 30 novembre.
Nessun cambiamento rispetto al testo varato dal Governo e gi in vigore. Per eventuali modifiche la maggioranza ha infatti deciso di aspettare il verdetto della Consulta sulla legittimit costituzionale dell'intera operazione di regolarizzazione degli immobili abusivi (articolo 32 del Dl 269/03). Spetter infatti alla Corte dire l'ultima parola sul destino del terzo condono edilizio da cui il Governo ha stimato un incasso di 3,8 miliardi di euro, una cifra che, vista la scarsit delle domande presentate, fino a oggi stata gi ridimensionata a 3,1 miliardi (ma anche questo obiettivo potrebbe non venire centrato).
Contro la sanatoria si sono infatti scagliate le Regioni, in particolare quelle del centro-sinistra, che oltre a impugnare le disposizioni statali di fronte alla Corte Costituzionale hanno anche varato norme mirate a bloccare gli effetti amministrativi del condono. Ma anche alcune autonomie di centrodestra hanno approvato leggi che hanno ridotto la portata della sanatoria (la Puglia, ad esempio, ha anticipato la scadenza al 31 gennaio e la Liguria ha aumentato i costi e limitato le volumetrie sanabili). Oltre alle Regioni di centrosinistra il ricorso alla Corte stato inoltre presentato dal Lazio. Si creata quindi una situazione normativa intricata in cui disposizioni in contrasto tra loro (legge statale da una parte e leggi regionali dall'altra) sono contemporaneamente in vigore e che solo la Corte costituzionale potr districare. La sentenza dovrebbe arrivare nelle prossime settimane, probabilmente dopo le elezioni del 12 e 13 giugno.
Intanto il s alla conversione del decreto legge di proroga ha riacceso le polemiche: Un fallimento per le casse dello Stato, un danno devastante all'ambiente ed alla legalit: questi i risultati del condono edilizio, che il Governo ha voluto a tutti i costi prorogare, ha detto Fabrizio Vigni, capogruppo Ds in commissione ambiente. Dei 3 miliardi e 800 milioni di euro previsti ha aggiunto Vigni lo Stato ha incassato a oggi poco pi del 10%, mentre, l'abusivismo tornato a crescere. Ricorderemo il secondo condono edilizio targato Berlusconi incalza Ermete Realacci, capogruppo per la Margherita in commissione ambiente alla Camera come una sonora sconfitta per il Paese. Per le 40mila costruzioni abusive che in un solo anno ha regalato all'Italia e per il clamoroso fallimento economico.
La sinistra la smetta con le solite polemiche mutili e strumentali, risponde Gregorio Dell'Anna (Fi) relatore del provvedimento alla Camera.
Questo decreto una misura di salvaguardia degli equilibri di finanza pubblica e che permetter di fare entrare maggiori risorse nelle casse dello Stato ed una misura necessaria per evitare la grande incertezza normativa derivante dall'atteggiamento di alcune Regioni. Il Dl, conclude Dell'Anna, non cambia nulla circa l'estensione della sanatoria, che rimane comunque limitata ad opere che risultino ultimate entro il 31 marzo 2003.
Personalmente non ho approvato questo condono, ho riconosciuto che era un provvedimento di emergenza, ma non penso che abbia scatenato l'abusivismo, dice il ministro per i Beni e le attivit culturali, Giuliano Urbani.



news

06-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 6 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news