LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sugli immobili storici obbligo per i proprietari
Sole 24 ore, 29-MAG-2004




ROMA A partire dal primo maggio scorso, data di entrata in vigore del Codice dei beni culturali, chi affitta un immobile storico deve denunciarlo al soprintendente. Lo precisa una circolare dei Beni culturali, indotta dalle diverse interpretazioni che sulla questione sono circolate.
In particolare, stata la Confedilizia a spiegare che l'obbligo introdotto dal Codice nuovo, perch seppure previsto dalla normativa del 1939 (legge 1089), poi finito, per effetto di altre disposizioni legislative, per decadere. Tant' che non risulta che nel corso degli anni i soprintendenti abbiano ricevuto quel tipo di denunce (si veda II Sole-24 Ore del 26 maggio).
La circolare. Il ministero dei Beni culturali non affatto d'accordo con la ricostruzione operata dalla Confedilizia e la circolare spiega perch (si veda anche l'articolo sotto). Nel documento messo a punto dall'ufficio legislativo del ministero si sottolinea che l'obbligo della denuncia era previsto dall'articolo 30 della legge 1089 del 1939 ed stato confermato dall'articolo 58 del Testo unico (lesse 490 del 1999), il quale ha fissato anche un termine (trenta giorni) per effettuarla. Quest'ultima norma poi stata trasfusa, con alcuni ag-giustamenti, nell'articolo 59
del Codice. La modifica pi importante relativa spiega ancora la circolare al fatto che l'obbligo non riguardi pi, come nella formulazione del 1999. il "detentorc", ma il "cedente la deten-zione" (oltre che, a seconda dei casi, l'alienante, l'acquirente, l'erede o il legatario).
Questo significa, secondo il ministero, che il conduttore-detentorc di un immobile locato con contratto in corso alla data del 1 maggio 2004, che abbia omesso di farne denuncia in violazione delle prescrizioni del Testo unico 490/1999, non pi tenuto a farla, in quanto l'abrogazione della previgente normativa (operata dall'articolo 184 del Codice, ndr) ha determinato i] venir meno, nei suoi confronti, dell'obbligo.
La data da cui scatta la "nuova" denuncia , pertanto, i] primo maggio, giorno in cui ha debuttato il Codice, il quale pone l'obbligo
si legge nella circolare
a carico di colui che attualmente cede la detenzio-ne (in tal senso deve intendersi la formula participiale usata al tempo presente) e non gi a carico di colui che lo abbia fatto in data anteriore all'entrata in vigore del Codice medesimo.
In buona sostanza, dunque, l'onere passa tutto nelle mani del proprietario dell'immobile, che prima, sotto il Testo unico del 1999, dove-
va procedere solo alla denuncia in caso di trasferimento della propriet, mentre ora, in quanto "cedente la deten zione", ha l'obbligo di denunciare anche situazioni come locazione, comodato, cessione in uso.
Infine, la circolare precisa che l'organo competente a ricevere le denunce il soprintendente di settore.
Le reazioni. Confedilizia,
pur prendendo atto dell'autorevolezza della circolare, non d'accordo con l'inter pretazione dei Beni culturali. Il documento, fanno sapere dall'associazione, non solo non vincola i giudici, ma conferma che la denuncia non ha ragion d'essere e che si tratta di una vera e propria novit, dato che finora non si era mai proceduto in tal senso.
L'argomentazione di Confedilizia trova appoggio anche nel fatto che l'obbligo stato previsto solo per le nuove locazioni e non per quelle in corso, mentre se l'obbligo sussistesse realmente lo sarebbe per tutti i casi.
Vista, per, la situazione, Confedilizia consiglia, in via cautelativa, di fare la denuncia e auspica che il Parlamento cancelli l'obbligo, sia per le locazioni nuove sia per quelle in corso.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news