LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

GIRO, NON SONO CONTRARIO A COSTRUZIONE NUOVI STADI A ROMA
09-11-09(ASCA) -

Roma, 9 nov - ''Non ho alcun pregiudizio verso la costruzione di nuovi stadi a Roma e che cio' avvenga in tempi ragionevoli. Addirittura ho piu' volte dichiarato che se le cose vengono fatte per bene allora di stadi se ne potrebbero costruire anche piu' di due. E la mia non era una battuta sarcastica, dal momento che alcune capitali europee hanno fino a 4 stadi moderni ed attrezzati''. In questi termini il sottosegretario per i Beni e le Attivita' culturali, Francesco Giro, replica alle affermazioni rese oggi sull'argomento dal sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

''Inoltre - aggiunge l'esponente di governo - non mi scandalizzo affatto se accanto allo stadio venisse costruito un centro multifunzionale che comprenda ulteriori cubature dedicate ai settori commerciale, residenziale e turistico alberghiero, come mi sembra prevedano i progetti (peraltro mai visti) di Roma e Lazio. Oggi, infatti, uno stadio costruito da solo e' inconcepibile perche' non si regge.

Detto e ribadito tutto cio' - sottolinea Giro - e' chiaro che per procedere su progetti cosi' imponenti e rilevanti ai fini della valutazione dell'impatto paesaggistico - la cui tutela spetta al Mibac ed alle Soprintendenze statali che fanno capo al ministero - occorra da un lato avere le carte che le societa' sportive non hanno ancora prodotto e dall'altro verificare bene cosa prevede il nuovo Piano regolatore di Roma, appena approvato, per studiare se esiste la possibilita' di non dovere andare subito in deroga agli strumenti urbanistici vigenti. Mi sembra un ragionamento banale e di assoluto buon senso che spetta naturalmente al Comune fare. Diversamente, si correrebbe il rischio di non segnare una netta discontinuita' con il passato, quando le deroghe e le forzature al Piano regolatore di Roma si moltiplicavano''.

Il sottosegretario conferma poi di essere favorevole ''ad una legge nazionale che favorisca la costruzione di nuovi impianti sportivi, piu' sicuri e piu' moderni, con accanto nuovi centri multifunzionali che servano anche per riempire gli stadi che oggi sono spesso vuoti. Ma per essere ottimista sulla nuova legge - rileva Giro - ho il dovere istituzionale, anche per il compito che ricopro, di essere rigoroso altrimenti si rischiano i pasticci del passato con enormi cantieri aperti e mai chiusi, un grande disagio per la cittadinanza e un pesante impatto sul paesaggio. A suo tempo - ricorda infine il sottosegretario - fui favorevole alla costruzione di un grande parcheggio nella collina del Pincio e, pur trattandosi in quel caso di un progetto esecutivo assegnato e gia' appaltato e in fase avanzata di realizzazione, venni persuaso dallo stesso sindaco di Roma a correggere le mie posizioni dopo un confronto aperto e leale sul valore della tutela del paesaggio al quale oggi semplicemente mi richiamo. Drammatizzare la vicenda e alzare i toni - conclude Giro - non serve quindi a nessuno, e tanto meno alla realizzazione dei nuovi stadi di Roma e Lazio''.



news

04-06-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 4 giugno 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news