LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Via libera alla Finanziaria, la rivolta dei Comuni italiani


Mercoledi 16 Dicembre 2009

Via libera alla Finanziaria, la rivolta dei Comuni italianiROMA - I comuni sono la vera risorsa per
rispondere ai bisogni dei cittadini; i comuni non sono - come la
Finanziaria sta a rappresentare - enti spreconi di denaro
pubblico.
Mentre si apprestano a rompere le relazioni istituzionali con
il governo, cos come annunciato durante la manifestazione dei
sindaci a Montecitorio, oggi i Comuni hanno ribadito il loro no
netto alla finanziaria e chiedono che per poter riprendere il
confronto il governo accolga tre richieste ritenute "minime":
labolizione per il 2009 delle sanzioni per i comuni che sforano
il Patto di stabilit; il rinvio al 2011 delle norme
ordinamentali inserite "allultimo momento e senza che se ne
sapesse nulla" sui costi della politica e la certezza che i
risparmi fatti grazie al comparto tornino ai comuni.
"C un accanimento terapeutico nei nostri confronti - ha
detto il presidente dellAnci, Sergio Chiamparino intervenendo
oggi ad una conferenza stampa dellAssociazione dei comuni
sullargomento - delle nostre richieste a parte lIci e il
federalismo demaniale che va nella direzione giusta ma avr
tempi lunghi, non vi traccia. Questo non pu che indurci ad
esprimere verso questa Finanziaria profonda insoddisfazione".
Cos da domani dopo la riunione della Stato-citt dove si
parler della richiesta dellAnci di una proroga della
presentazione dei bilanci, alla quale hanno deciso di non
sottrarsi perch in programma da tempo, i comuni si metteranno
in attesa, non parteciperanno pi agli incontri con il governo
e faranno partire una campagna di informazione attraverso spot
radiofonici e televisivi che rettifichi limmagine che si vuol
dare ai cittadini di queste amministrazioni.
E nelle intenzioni dellAnci fare chiarezza tant che gi
da oggi ha divulgato alcuni dati.

* RISANAMENTO CONTI PUBBLICI - Rispetto al peggioramento del
deficit della PA osservato nel 2008 di quasi 20 miliardi di euro
rispetto al 2007, il deficit dei Comuni si ridotto di oltre
1,2 miliardi di euro.
A partire dal 2004 da registrare un miglioramento del saldo di
bilancio dei Comuni di oltre 2,5 miliardi di euro, contro quello
dellintera PA pari a 5,5 miliardi di euro.
Nel quinquennio 2004-2008 la spesa aumentata in ogni
comparto della Pa in rapporto al PIL, per un valore complessivo
di 1,2 punti percentuali; per regioni (al netto della Sanit) e
Comuni, si invece registrata una frenata di 2 decimi della
spesa complessiva.
Per quanto riguarda la pressione fiscale, a fronte dellaumento
di oltre 2 punti percentuali registrato dallintera PA nel
quinquennio 2004-2008, interamente ascrivibile allo Stato e agli
Enti previdenziali, i Comuni hanno registrato una riduzione del
carico fiscale di circa 2 decimi.

* COMUNI CREDITORI DELLO STATO - i Comuni denunciano il ritardo
di almeno due anni dei costi sostenuti per gli uffici
giudiziari. La copertura delle spese da parte dello Stato non
supera mai, o quasi, l80% annuo, il che significa una mancata
copertura di 60 milioni.
Vi poi laddizionale sui diritti di imbarco aeroportuale che
per lanno 2008 vale 301 milioni di euro. Nonostante si continui
a chiamare addizionale comunale, ai comuni sono arrivati appena
9 milioni di euro. Il resto va ad Alitalia, ai vigili del Fuoco
ed alla sicurezza degli impianti.

* COSTI POLITICA - In media, nei Comuni capoluogo c un
dirigente ogni 52 lavoratori; mentre al Ministero dellEconomia
il rapporto di 1 dirigente ogni 22 dipendenti, al Ministero
dellAmbiente si sale a 1 dirigente ogni 13 dipendenti, allo
Sviluppo Economico 1 ogni 11 e alla Presidenza del Consiglio
(dove non sono rari i casi di dirigenti che dirigono uffici
costituiti esclusivamente da loro stessi) si raggiunge il dato
di 1 dirigente ogni 7 dipendenti.
Alla Presidenza del Consiglio, dove lavorano circa 1.500
dipendenti, ci sono 115 tra Capi Dipartimento e Direttori
Generali; mentre nei Comuni con lo stesso numero di dipendenti i
dirigenti sono mediamente 12.
La retribuzione media nel comparto Enti Locali pari a 29.000
euro, mentre alla Presidenza del Consiglio 45.000 euro.
Inoltre, i dipendenti dei Comuni sono il 12% del totale dei
dipendenti pubblici e la loro retribuzione pesa per l11% sul
totale.

http://www.metropolisweb.it/legginews.asp?Idarticolo=23933&titolo=Via%20libera%20alla%20Finanziaria,%20la%20rivolta%20dei%20Comuni%20italiani


news

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

05-06-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 5 giugno 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news