LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Mostra saltata, Goldin vuole 1,7 milioni
Giovedì 04 Febbraio 2010 L'ARENA




L’ARTE «SVANITA». Il manager di Linea d’Ombra addebita a Palazzo Barbieri le responsabilità per lo stop improvviso




L’impresario chiede i danni al Comune per non aver attuato la rassegna con il Louvre alla Gran Guardia

Chiede al Comune un risarcimento danni di milione 700mila euro l’impresario d’arte Marco Goldin, che vuole rivalersi su Palazzo Barbieri per il fallimento della mostra sui capolavori del Louvre che si sarebbe dovuta svolgere alla Gran Guardia, dal 19 settembre 2008 al 15 febbraio 2009. Saltata per lo stop del museo parigino alla collaborazione con la società privata.
Nella riunione di Giunta di ieri si è appreso che proprio ieri è stata notificata in tribunale la richiesta dei danni presentata dall’avvocato di Marco Goldin, che già sei mesi fa aveva inviato una lettera con cui annunciava di voler chiedere i danni. Il titolare della società Linea d’Ombra aveva già dichiarato di aver speso di tasca propria, per organizzare la rassegna di quadri, 400mila euro, come anticipo sulla mostra mai allestita. La richiesta di ricarcimento è quindi quattro volte la somma che il manager dichiara di aver speso.
Il sindaco Flavio Tosi ha già replicato affermando che il Comune aveva un rapporto con Goldin e che soltanto in una fase successiva anche Palazzo Barbieri ne aveva instaurato uno anche con il Louvre. Ma soltanto per interessamento del ministero dei Beni culturali. Goldin, ha detto Tosi, «ci dava la mostra chiavi in mano: se aveva solo le chiavi, faccia causa al Louvre».
Già nell’estate scorsa quindi l’amministrazione comunale annunciava l’intenzione di rispondere con la stessa moneta qualora Goldin avesse fatto causa, affermando di avere in mano tutte le carte per dimostrare che la responsabilità della mancata mostra non era dell’amministrazione, ma appunto di Goldin. Il quale però, a quanto pare, è convinto di essere stato gravemente danneggiato.
L’impresario trevigiano aveva proposto in origine un pacchetto culturale con altre tre mostre di opere provenienti da musei esteri. Ma il Comune, andata a monte la mostra, ha comunque collaborato con il Louvre, per organizzare la mostra su Corot e gli impressionisti, in corso attualmente alla Gran Guardia.E.G.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news