LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

«La cultura è un affare Basta farlo capire...»
Letizia Cini, interv. a Mario Resca
Nazione / Carlino / Giorno 04/02/2010

«I BENI CULTURALI? Prima di tutto devono imparare a comunicare. Vede, da quando sono in questo ufficio la rassegna stampa è triplicata. Si siede indicando un faldone a più volumi appoggiato accanto al suo computer Mario Resca, direttore generale per la valorizzazione del patrimonio culturale del Mibac. Quel manager dei musei (ex numero uno di McDonald's Italia) rubato al mondo dell'impresa, fortemente voluto dal ministro Bondi. Per questo avete pensato alla campagna pubblicitaria Se non lo visiti lo portiamo via? «Certo (ride): da ieri vengono trasmesse anche sulla Rai le immagini provocatorie del Colosseo in fase di smontaggio e del Cenacolo di Leonardo trasportato da operai in una strada newyorkese». Che cosa significa? «E' un messaggio rivolto con linguaggio semplice al grande pubblico: siamo noi come cittadini i primi a doverci prendere cura del nostro patrimonio artistico». Vista a mancanza di fondi de ministero? «Soldi ce ne sono pochi, non è un segreto: occorre puntare sulla collaborazione con importanti soggetti privati. Far capire a potenziali partner che legare la propria immagine a iniziative culturali garantisce un ottimo ritorno d'immagine». Ma scopre il fianco ad atrettante critiche: basta guardare a quanto è successo con i pannelii pubblicitari montati su Ponte Vecchio, a Firenze «Eppure a Roma e Venezia non è accaduto nulla. A Milano il giorno di Sant'Ambrogio i musei sono rimasti aperti gratuitamente grazie a un'operazione di comarketing: un sucesso straordinario. Certo, occorre porsi i limiti del buon gusto, applicare una legge, che esiste e deve essere rispettata. Per questo abbiamo creato all'interno del ministero figure professionali capaci di stimolare i privati (banche e grandi gruppi) a investire nella cultura». Per far rendere arte? «Vengo dall'impresa: dopo un anno sono ancor più consapevole della responsabilità che comportano tutela, conservazione ma, soprattutto, la valorizzazione di un patrimonio immenso, purtroppo sotto utilizzato». E' possibe invertire i trend? «Occorre capire qual è il nostro punto di forza: in assenza di risorse naturali, con un'industria che non è in grado di creare nuovi posti di lavoro (anzi), bisogna renderci conto che il patrimonio culturale può diventare uno degli asset portanti del rilancio economico del nostro Paese. Abbiamo in abbondanza beni sui quali gli altri paesi europei stanno investendo. Con un paradosso...». Che sarebbe? «Pur avendo molto meno di noi (artisticamente parlando), investono molto di più. Garantendo così anche un'importante ricaduta economica sul territorio». Quindi? «Dobbiamo svegliarci: ci vogliono riforme legislative capaci di incentivare i privati a investire». La famosa defiscalizzazione di cui si parla da anni. «Ed è bene continuare a parlarne finché non diventerà operativa: è indispensabile coinvolgere il privato, favorendo il mecenatismo attraverso incentivi fiscali, come avviene all'estero. Pensare che lo Stato da solo possa continuare a pagare a pioggia per sostenere la cultura non è realistico. L'alleanza pubblico-privato è la strategia da seguire». Una ricerca ha individuato nei servizi aggiuntivi punto deboe dei nostri muse: perché? «Siamo in competizione con offerte di tutti i tipi, dal cinema ai centri commerciali e quindi le nostre linee guida dovranno essere il pricing (una politica dei prezzi accessibili, ndr), il marketing e la qualità degli eventi. Ma anche altri fattori come gli orari, le librerie o i servizi al pubblico. L'obiettivo è ribaltare l'espressione secondo la quale con pezzo da museo' si intende qualcosa di polveroso». A proposito di servizi aggiuntivi, e concessioni sono scadute da tempo: cosa state aspettando? «Entro il 30 giugno le gare per l'assegnazione saranno espletate». Da Bologna è partita un'iniziativa per salvare il complesso di Santo Stefano. «Sono nato a Ferrara, e quindi particolarmente sensibile a un complesso di questo livello. Ma sottolineo che un bene è, prima di tutto dei suoi cittadini. E credo che gli imprenditori bolognesi non possano tirarsi indietro».



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news