LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Partono i lavori di restauro alla vasca dell’Arsenale
Venerdì 05 Febbraio 2010 l'arena



MONUMENTI RITROVATI. Quando verrà svuotata, potrà essere utilizzata come arena per spettacoli e manifestazioni




L’intervento, che inizierà lunedì, costerà un milione 200mila euro e sarà ultimato entro agosto Tosato: «Diventerà un parco»

La prossima settimana in città aprirà un nuovo cantiere. Lunedì, infatti, cominceranno i lavori di restauro della vasca dell’Arsenale e di riqualificazione delle zone verdi circostanti. L’intervento, che è stato concordato con la Soprintendenza ai beni architettonici poiché la vasca risale agli anni ’30, costerà un milione e 200mila euro e secondo le previsioni di Palazzo Barbieri terminerà entro agosto. L’assessore a strade e giardini Paolo Tosato assicura, tuttavia, che il cantiere non comporterà particolari disagi per residenti e commercianti. «Questo, sulla parte esterna, è il primo passo per il recupero di tutto l’ex complesso militare. L’attuale degrado», afferma, «si trasformerà in un vero e proprio parco, in un quartiere carente di verde».
Una volta terminati i lavori l’invaso sarà riempito di acqua, il cui livello per motivi di sicurezza non supererà il mezzo metro. Il meccanismo di riempimento sarà a riciclo. Inoltre, la pavimentazione di cemento verrà rialzata e sostituita con piastrelle di basalto. Tale struttura, una volta svuotata, potrà essere utilizzata anche come «arena» per spettacoli o manifestazioni e sarà contornata da un camminamento della larghezza di 165 centimetri in lastre di pietra bianca. I pilastri che si trovano a bordo vasca saranno conservati e l’intervento di restauro comprenderà anche la fontana sul lato sud e le due teste di leone in altorilievo.
Tutto attorno verrà tolto l’asfalto e il terreno sarà a prato solcato da percorsi pedonali. Agli alberi esistenti ne saranno aggiunti di nuovi. Il progetto prevede anche un attraversamento per i pedoni su lungadige Cangrande tra il ponte di Castelvecchio e i nuovi giardini dell’Arsenale. Tramite una sopraelevazione della sede stradale e una pavimentazione “ruvida” in blocchetti di porfido, in quel tratto gli automobilisti saranno indotti a rallentare.
Un secondo attraversamento protetto verrà costruito tra l’attuale strada di accesso al greto del fiume e la zona della fontana scultorea all’interno dei giardini. Inoltre sarà allargato il marciapiede sul lato est del parco giochi. A lavori terminati ci sarà una riduzione di 15 posti auto, poiché non si potrà più parcheggiare tra il ponte e l’ingresso all’Arsenale.
Il progetto è stato illustrato dall’assessore Tosato insieme al presidente della seconda circoscrizione Alberto Bozza e al presidente della commissione Lavori pubblici Alberto Zelger. «A questa prima fase di lavori ne seguirà una seconda, a completamento del parco» annuncia Tosato. E Bozza fa sapere che il parco potrà ospitare il mercatino a chilometri zero che attualmente si svolge all’interno della struttura.E.S.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news