LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PIEMONTE - beni culturali, ritorna Turetta
MARINA PAGLIERI
SABATO, 06 FEBBRAIO 2010 LA REPUBBLICA - Torino



Il ministro Bondi firma la nomina per il successore di Liliana Pittarello ai vertici di Palazzo Chiablese



RITORNA in Piemonte Mario Turetta. Sarà lui, già ai vertici di Palazzo Chiablese tra il 2004 e il 2007, il prossimo direttore regionale per i Beni culturali. Come previsto nell'estate da Repubblica, si insedierà nei prossimi mesi, dopo che l'attuale responsabile del patrimonio piemontese Liliana Pittarello avrà lasciato l'incarico per andare in pensione. Una notizia annunciata, dunque, per ora diffusa da un laconico comunicato sindacale della Uil, mentre si attende a giorni la conferma del ministero per i Beni culturali, dal momento che la nomina è già stata firmata dal ministro Bondi. Turetta, ora numero uno dei Beni culturali lombardi, non ha mai fatto mistero di voler tornare sulle sponde del Po.

E pazienza se oltre il Ticino si sta giocando la grande partita dell'Expo 2015.

Torinese, 51 anni, una laurea in sociologia, già funzionario della Regione Piemonte, segretario della Fondazione Rosselli e quindi a capo della segreteria dell'ex ministro Giuliano Urbani, è stato da quest'ultimo nominato direttore regionale a Torino nella primavera del 2004. E qui è rimasto fino al trasferimento a Roma tre anni dopo, per occuparsi di bilancio e personale nello stesso ministero, e alla successiva nomina milanese. Una carriera di taglio politico e manageriale la sua, ben diversa da quella «tecnica» compiuta interamente all'interno del mondo dei Beni culturali dall'architetto Pittarello.

Nei tre anni da direttore sotto la Mole, Turetta ha visto nascere la Fondazione del Museo Egizio e seguito i lavori per il completamento del recupero della Reggia di Venaria. Durante il suo mandato ha anche aperto al pubblico, dopo i lavori di ripristino, Palazzo Chaiblese e tagliato il nastro per la conclusione dei lavori a Villa Regina. Tra i progetti che gli stavano particolarmentea cuore, anche la realizzazione del Polo Reale, ovvero la creazione di un vero e proprio circuito, con servizi comuni, dei musei del centro torinese nati da collezioni sabaude, dal Museo di Antichità all'Armeria Reale. Molto è stato fatto, ma il Polo ancora non è decollato e tanti nodi restano da risolvere. Tra tutti, il trasferimento della Galleria Sabauda nella Manica nuova di Palazzo reale.

Tra i progetti che si sono interrotti, il restauro della Cappella della Sindone. Un po' troppo ottimisticamente, quando ancora era a Torino Turetta aveva previsto di poterla riaprire al pubblico tra il 2009 e il 2011.

Sarà questo uno dei grossi nodi che si troverà ad affrontare, visto chei lavori all'interno del capolavoro di Guarini hanno subito più di una battuta d'arresto e ancora non si sa quando potranno essere terminati.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news