LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VENEZIA - Regole per San Marco, alzata di scudi
05 FEBBRAIO 2010, CORRIERE DEL VENETO

Le norme proposte dalla giunta scatenano le proteste dei commercianti e dei Caffè in particolare

VENEZIA - Piazza San Marco come il Forum di Assago con concerti rock no limits e «prelievo» automatico dei sovrapprezzi sulle consumazioni dei caffè in piazza? La proposta della giunta scatena le ire degli esercenti che stavolta promettono battaglia. In primis per non essere stati avvisati o consultati in alcun modo da Ca' Farsetti. «Sono sbalordita - dice - Carla Rei, amministratore del Caffè Lavena e vicepresidente dell'Aepe - vengo a sapere dai giornali di questo piano delirante. E ancora una volta non siamo stati minimamente contattati».

La proposta di regolamento prevede che non ci sia più un limite agli eventi, ma che questo venga deciso di anno in anno con il comitato dei garanti, dove siedono Soprintendenza, Comune e Procuratoria di San Marco. Prevede anche che, qualora il giorno del concerto, i bar applichino un sovraprezzo per chi si siede ai tavolini esterni (e dunque gode dello spettacolo senza pagare il biglietto) questo vada per i restauri della piazza.

Il direttivo dell'Associazione Piazza San Marco che coinvolge tutti i commercianti del salotto buono della città si riunirà la prossima settimana ma per tutti, a caldo, commenta il presidente Alberto Nardi: «Sono sconvolto. Abbiamo sempre parlato di fare uno o pochi eventi di grande qualità, quanto al discorso dei caffè non mi sembra giusto. Ci chiediamo se questi eventi servano davvero a raccogliere fondi per i restauri. Ci hanno promesso i dati precisi a novembre ma ancora non abbiamo avuto notizie. Prima di parlare di futuro, insomma, analizziamo il passato recente».

I commercianti di San Marco sottolineano di non essere contrari a prescindere ma «mi sembra fondamentale - spiega Nardi - che l'associazione faccia parte del tavolo decisionale anche per l'aspetto organizzativo. E comunque, questi mi sembrano discorsi pretestuosi ed elettorali».

Dal Florian arriva solo un no comment, ma Carla Rei è furiosa: «Come esercenti siamo veramente stanchi di essere così poco considerati. L'esercente è un imprenditore che offre un servizio vitale alla città: facciamo accoglienza, siamo un presidio di sicurezza fino a tardi. Se ci trattano così in tempi di crisi e di scadente offerta turistica senza tener conto che nella sola piazza diamo lavoro a più di 200 famiglie viene solo da allargare le braccia». Il quaderno delle doglianze è fitto: dall'acqua alta a partire dagli 80 centimetri al plateatico pagato per 365 giorni. «Per questi concerti non possiamo usufruire del plateatico per circa 40 giorni nell'arco di un'estate - spiega la Rei - e il regolamento dell'area marciana non ci concede nessuna deroga, neppure per le tende contro il solleone, nonostante le nostre proposte basate su dipinti del Canaletto. In più non si degnano di consultarci su nulla ma il canone di concessione lo paghiamo in anticipo».



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news