LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

«Il design a Venezia? Milano perderebbe 7 miliardi»
Maurizio Giannattasio
09 FEBBRAIO 2010 CORRIERE DELLA SERA - MILANO




Oltre 7 mila imprese resterebbero penalizzate dall’eventuale nascita di un «polo delle creatività» nella città dei dogi . Fabio Novembre: proposta assurda
Sangalli: un’eccellenza che deve restare qui. Il ministro Bondi: il progetto della Biennale in lagu

Il ministro dei Beni cultura-li, Sandro Bondi conferma. Il progetto di istituire la Biennale di Design a Venezia è sul suo tavolo: «È un’ipotesi allo studio». Ma, subito dopo, arriva l’invito alla prudenza: «Lo valuteremo con la massima attenzione».

La polemica sale. «Cercheremo di bloccare con tutte le nostre forze questo tentativo di scippo» aveva detto l’altro giorno l’assessore al Design, Giovanni Terzi. «Una follia, senza senso e senza ragione» aveva sottolineato il presidente del Cosmit, Carlo Guglielmi. Ma adesso, sul piatto, arrivano anche i conti e le cifre. Quanto costerebbe a Milano e la Lombardia la creazione di una Biennale ad hoc in laguna? I conti li hanno fatti la Camera di Commercio di Milano e quella di Monza e Brianza. «Se nascesse un altro polo espositivo di carattere internazionale del design come a Venezia - scrive il Centro Studi camerale -, ad esempio con una nuova Biennale, la possibile perdita economica per il territorio delle tre eccellenze lombarde (Milano, Brianza monzese e comasca) potrebbe superare i 7,5 miliardi di euro in termini di valore del brand».

Sette miliardi e mezzo su un totale di quasi 89 miliardi di euro, tra indotto economico e ritorno di immagine internazionale. Basti pensare che le imprese che lavorano nella filiera del design e del legno-arredo di Milano, Monza e Brianza e Como sono più di 7.000. Un buon motivo, secondo il presidente della Camera di Commercio di Milano, Carlo Sangalli, per osteggiare l’istituzione della Biennale a Venezia: «Il design per Milano e la Lombardia rappresenta un elemento d'eccellenza nazionale ed internazionale, un elemento di attrattività sul quale occorre investire con una logica di sistema, per rafforzare la competitività delle nostre imprese e del nostro territorio». Un modo gentile per dire che la concorrenza veneziana non farebbe altro che indebolire il sistema del design italiano.

Sulla stessa scia anche il presidente della Camera di commercio di Monza e Brianza, Carlo Edoardo Valli: «Il design e tutte le iniziative ad esso collegate possiedono un valore che non si esaurisce nel mero indotto economico stretto ma diventano anche il simbolo di come Milano, la Brianza e la Lombardia si posizionino con un ruolo centrale a livello globale per capacità di innovazione, di modernità e quindi di competitività». Ma Valli non si ferma qui. Rilancia. Non solo l’appuntamento annuale del Salone del Mobile, ma «settimane del design» sul modello delle «settimane delle moda». «Si può pensare - conclude Valli - a un calendario annuale, così come fa ad esempio la Moda, di iniziative, eventi e progetti di ricerca e investimenti in innovazione di carattere internazionale».

Ma il semaforo rosso arriva anche dai designer che lavorano a Milano. Come Fabio Novembre. «Continuiamo a farci del male - attacca l’artista - Mi sembra una proposta assurda che serve solo a depotenziare il design. È un problema di vasi comunicanti: se togliamo qualità e quantità a Milano per darla a Venezia, dimezziamo tutto. Due metà così non servono a nessuno, meglio tenersi l’intero. È esattamente la stessa situazione che ha subito Venezia con il festival del cinema di Roma. Venezia già soffriva a causa di Cannes. Con Roma c’è stato il colpo finale. Ma c’è tutto il tempo per ravvedersi».



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news