LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Statue del Pincio, nuovi sviluppi.
Paolo Brogi
Corriere della Sera 16-LUG-2004

Vandalismo, s, ma con 72 ore di anticipo. Lo sfregio avvenuto venerd notte 9 luglio e non luned 12. E i pezzi mancanti, che si temevano asportati per vendetta o scalpo dagli ignoti vandali, erano gi stati recuperati dai vigili urbani gi sabato mattina. Da allora si trovano nel comando del I Gruppo della polizia municipale. Marted mattina poi avvisati da un passante sono intervenuti a loro volta i carabinieri di Roma Centro e hanno raccolto altri frammenti rimasti per terra. Sollievo ieri sera, alla notizia del recupero dei reperti, che consentiranno un restauro finora in forse, stato espresso dal sovrintendente comunale Eugenio La Rocca.
E cos, alla luce della retrodatazione del gesto, emerge anche un possibile movente del raid: venerd sera la polizia municipale aveva chiuso la rampa d'accesso del Pincio, impedendo almeno fino alle due di notte il passaggio alle comitive che si esibiscono avanti e indietro a bordo delle loro berlinette.
Forse la mano che ha lanciato il sampietrino appartiene a uno scorrazzatore del Pincio, arrabbiato per l'improvviso impedimento notturno.
La sorpresa ieri era in via Montecatini, la piccola traversa di via del Corso dove ha sede il comando dei vigili del I Gruppo. Era al primo piano, in fondo a un lungo corridoio, nell'ufficio del comandante Angelo Giuliani. I pezzi di marmo scomparsi dopo il raid vandalistico erano allineati su una cassapanca accanto alla scrivania: l'avambraccio, un dito, una mano, lo scettro spezzato in due tronconi, due pezzi di ali.
A depositarli nell'ufficio del loro comandante sono stati due vigili motociclisti del gruppo, Alberto Tato e Pier Luigi Demmetta.
Sabato mattina alle 10 passavano in moto sulla rampa del Pincio e hanno visto in quell'incavo del ninfeo, all'inizio della salita, tutti quei resti del tiro ai bersaglio notturno contro le tre statue prese di mira.
Erano quanto restava del danneggiamento avvenuto nella notte di venerd.
E poi? Poi alla sera abbiamo stilato un rapporto - spiega Giuliani - E il rapporto partito per posta interna il luned mattina. Indirizzato al comandante della polizia municipale Aldo Zanetti e alla soprintendenza comunale. Comunicava che i pezzi erano a disposizione per il ritiro. Il giorno dopo un passante, un impiegato dell'Acca, notava a sua volta lo scempio effettuato nel ninfeo d piazza del Popolo e provvedeva prontamente ad avvertire la stazione mobile dei carabinieri della piazza. E cos veniva effettuato un secondo recupero di resti consegnati ai tecnici della soprintendenza. Mistero risolto.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news