LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MANTOVA - Mosaici romani La camera-museo apre il 14 marzo
Cristina del Piano
La Gazzetta di Mantova 10/02/2010

L’ angolo sud-est di piazza Sordello ospita una gru, travi d’acciaio e una miriade di attrezzi. Si fatica ad immaginare che in quell’area c’è la domus romana scoperta nel dicembre 2006. Eppure lì, tra circa un mese, verrà inaugurata la struttura che proteggerà i mosaici consentendo al pubblico di ammirarli dall’interno. Il Comune ha stretto i tempi e mantenuto la doppia promessa: recupero dei mosaici e musealizzazione in loco. Appuntamento al 14 marzo. È in quella data infatti che, salvo imprevisti, verrà inaugurata la “camera-museo” ovvero un padiglione espositivo provvisorio che permetterà ai visitatori di entrare e fare un salto nel tempo: sarà possibile vedere gli splendidi resti pavimentali senza il rischio di danneggiarli. Un’impresa fortemente voluta dal Comune che ha sottoscritto un’intesa con il ministero prendendo in carico i mosaici e accollandosi gli oneri per realizzare la struttura. E, in questo modo, come ha osservato l’assessore alla cultura Paolo Gianolio, l’iniziativa potrà offrire anche un’ulteriore attrattiva storico-artistica alla città. «Consentire al pubblico di poter visionare dall’interno i mosaici - spiega il vice sindaco - credo sia molto importante. Per questo abbiamo puntato su un progetto che assumesse le caratteristiche di evento espositivo. Abbiamo fatto il massimo per cercare di accelerare i tempi e anche la struttura, che sarà modulabile, potrà essere sostituita nel caso dovessero emergere altre esigenze di scavi». Via Roma insomma si accolla tutte le spese e stringe i tempi. «E’ una prova di responsabilità - commenta Gianolio -. Il Comune prima ha fatto in modo di avere la disponibilità dei mosaici poi, una volta stipulata la convenzione, a spese proprie ha pensato alla struttura che dovrà ovviamente coniugare la sua necessaria modernità con le architetture rinascimentali e i reperti romani». Ma come sarà, nel dettaglio, questa “camera-museo”? I lavori sono già iniziati ed entro una quindicina di giorni la costruzione dovrebbe essere posizionata. Una struttura provvisoria ma con tutte le caratteristiche per accogliere i visitatori: climatizzata all’interno per evitare problemi ai reperti, sia d’estate che d’inverno, e coibentata perché le pareti avranno un doppio guscio in acciaio opportunamente isolato. «In un primo tempo il progettista aveva pensato a una struttura di pianta ellittica - spiega Ugo Bazzotti - però l’esigenza di completare il recupero del mosaico della stanza grande ha portato ad allargare lo spazio e, quindi, si è optato per una costruzione a pianta rettangolare. La superficie esterna della struttura sarà trattata con una tinta color testa di moro in modo da non risultare troppo vistosa. Le dimensioni? Sarà alta cinque metri e lunga circa sedici, comprenderà lo scavo - conclude Bazzotti - e uno spazio circostante su due lati per permettere al pubblico di girare intorno ai mosaici. Non mancheranno poi pannelli illustrativi e audiovisivi su un paio di monitor. Sarà insomma una vera e propria esposizione di uno scavo archeologico».



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news