LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TOSCANA - MAREMMA. “Salviamo la Maremma” contesta l’assessore Di Vincenzo
PAOLA TANA
SABATO, 13 FEBBRAIO 2010 IL TIRRENO - Grosseto



Comitato anti-autostrada «A rischio 2mila ettari e cento posti di lavoro»

«Non è vero che avrà un impatto marginale sull’agricoltura»





ORBETELLO. Terre che hanno fatto la storia dell’agricoltura maremmana distrutte per oltre 2000 ettari e più di cento lavoratori ad altissimo rischio. All’assessore Rolando Di Vincenzo che sostiene che il comune di Orbetello verrà toccato solo marginalmente dall’autostrada rispondono i rappresentanti del comitato “Salviamo la Maremma da Fonteblanda all’Albegna”, Daniele Zauli e Jacopo Colozza.
Il loro, più che un grido di allarme, è un grido di dolore per vedere in futuro ucciso un ambiente meraviglioso e redditizio a favore di una infrastruttura di cui la zona sud, sono convinti, potrebbe fare a meno. Zauli e Colozza si dicono “sconcertati” dalle affermazioni più che ottimiste di Di Vincenzo sull’avvenire dei territori di Fonteblanda, Talamone e Polverosa. E spiegano in modo “sommesso” ma anche puntuale sotto il profilo tecnico perché «l’autostrada proprio nel Comune di Orbetello provocherà i danni maggiori.
«Infatti - scrivono rivolgendosi all’ex sindaco - mentre il tracciato corre lungo la direttrice Aurelia-ferrovia in tutti i comuni da Rosignano a Civitavecchia, questo non si verifica nel Comune che lei rappresenta».
«Venendo da Grosseto, a ridosso di Fonteblanda, il progetto prevede una grande curva verso l’interno con annesso svincolo dentro l’area contigua del Parco. Bene, da qui fino al rientro in sede nel territorio comunale di Capalbio, l’autostrada attraversa, il suo, il nostro Comune, in un’area che è una delle più belle dell’intera Maremma».
E sottolineano, i rappresentanti del comitato, che «qui è ancora perfettamente leggibile il sistema agricolo storico con le coltivazioni estensive, i bovini bradi al pascolo, i lunghi viali che portano ai poderi. L’impatto sarà devastante, un pezzo di memoria del territorio maremmano e italiano cancellato per sempre, ridotto a brandelli tra uno svincolo e una infrastruttura slegata totalmente dal territorio in cui si va ad inserire». E sull’identità “popolare” del comitato, rimarcano all’assessore all’urbanistica che esso «è costituito da un gruppo di cittadini del suo, del nostro, Comune. Semplici cittadini ed aziende agricole, viti-vinicole, agrituristiche».
Ed ecco i numeri. «Complessivamente le aziende sono proprietarie di terreni agricoli per un’estensione di oltre 2000 ettari, di cui 500 circa convertiti ai dettami dell’agricoltura biologica, danno lavoro ad oltre 100 dipendenti e sviluppano un consistente indotto».
Sono tanti e di grossa qualità, per questo rivendicano il diritto di esprimersi. Per criticare, certo, ma anche per motivare le loro preoccupazioni da esperti. Da qui l’ultima domanda a Di Vincenzo: «vuole provare a sentire anche noi, signor assessore?»



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news