LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CISTERNINO — Strada dei Colli, si pensa a una variante
Marcello Orlandini
CORRIERE DEL MEZZOGIORNO 13 feb 2010 Lecce



Dopo il «no» del Tar il sindaco Convertini chiede il dialogo: «L’opera si può migliorare»

CISTERNINO — Dopo la sentenza del Tar che ha sospeso i lavori per il completamento della provinciale 18 Ostuni-Cisternino, nota soprattutto come Strada dei Colli, il sindaco di Cisternino, Gino Convertini, accetterà il dialogo con il ricorrente Andrea Moreno (avvocato civilista barese) e con gli altri proprietari dei terreni interessati dagli espropri? «Dialogo? Sono loro che non lo vogliono. Hanno scritto di tutto su Facebook contro il progetto, ma non mi hanno mai chiesto un incontro», mette in chiaro Convertini. Ma non c’è chiusura, piuttosto la determinazione a non pilotare l’opera in un vicolo cieco. «Se accettassi integralmente tutte le richieste di salvaguardia che mi vengono da una parte sola, cosa accadrebbe con ognuno degli altri proprietari coinvolti? Non è questo il metodo giusto», spiega il sindaco. «Comunque noi stiamo già studiando una variante, sulla base delle prescrizioni che ci sono pervenute dalla Soprintendenza e dalla Forestale. In quella sede valuteremo le migliorie possibili. Ma tutti devono capire che ci sono procedure da seguire. Dobbiamo accontentare il più possibile la gente, ma dobbiamo essere anche a posto con le carte», avverte Convertini. «Solo in questo ambito si possono valutare le giuste ragioni dei singoli cittadini». Ma intanto c’è anche il problema del pronunciamento del Tar, e per riavviare l’operazione Strada dei Colli bisogna decidere una strategia. Ci sarà una impugnazione? «Me lo dovrà dire l’avvocato (lo studio Pellegrino, ndr) cosa fare adesso. Intanto io mi chiedo: i giudici amministrativi non sono forse al corrente che la Soprintendenza ha detto che i saggi vanno fatti nel corso dei lavori e non prima? E che c’è un parere favorevole della Regione di fronte a un parere negativo della commissione edilizia comunale? Dicono che non abbiamo controdedotto di fronte ad un parere che per legge non è vincolante. Ma non sanno - prosegue il sindaco - che l’ufficio tecnico comunale aveva proposto tre o quattro ipotesi alternative di percorso alla commissione edilizia, e questa ne ha tirato fuori una quinta? E a quel punto, perché non una sesta e una settima? Il nostro progetto definitivo, di fatto, ha incorporato tutti gli accorgimenti presenti in quelli alternativi». Il progetto di completamento della Strada dei Colli, opera interrotta alla fine degli anni ’70, attraversa in parte le campagne della collina tra le due città, ma non segue il percorso originario che avrebbe portato alla devastazione di boschi e macchia. Malgrado ciò, l’opposizione degli ambientalisti e dei proprietari dei terreni soggetti ad espropri è forte e si parla di impatto paesaggistico rilevante, al cospetto di esigenze di mobilità non importanti. Al contrario, le due amministrazioni comunali sostengono che l’opera migliorerà i servizi turistici mettendo in collegamento in maniera più agevole e sicura, rispetto alla provinciale 17, Cisternino alle marine di Ostuni, e che gli impatti previsti sono ridotti al minimo. La Regione Puglia ha dato l’ok.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news