LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Ritorna in Sicilia il Getty Museum di L.A.
di Rosamaria Gunnella
18 Febbraio 2010 -





L’assessore regionale ai Beni Culturali e Identità siciliana, Gaetano Armao, ha definito “un passo storico” l’accordo, firmato negli Stati Uniti, tra la Regione siciliana e il J. Paul Getty Museum di Los Angeles per una collaborazione a lungo termine che prevede una serie di iniziative in vari settori: la conservazione, come la protezione dal rischio sismico dei beni culturali, mostre, ricerca scientifica e conferenze. Un viaggio “proficuo” quello dell’assessore Armao che, volato in America per definire l’accordo per il rientro in Sicilia della “Venere di Morgantina” (esposta al Getty come uno dei reperti più importanti), ha portato a casa qualche cosa in più: “È un accordo innovativo e molto importante che imprime una svolta di qualità nella gestione e valorizzazione dei beni culturali della Sicilia. È necessario - sottolinea l’assessore - restituire credibilità all’amministrazione dei beni culturali siciliani. Invece che fermarci a una mera restituzione di uno dei tanti straordinari beni trafugati dall’Isola abbiamo costruito, rilanciando, un percorso di proficua e fattiva collaborazione con una delle più importanti istituzioni museali del mondo”.Un accordo vantaggioso anche per il direttore del Getty Museum, David Bomford: “Ci permette di ampliare il nostro rapporto con l’Italia in una regione così importante per lo studio del Mediterraneo antico. Questo accordo è un’estensione dell’intesa raggiunta nel 2007 con il Ministero dei Beni culturali che ha aperto la strada ad una serie di progetti importanti”. Un passo importante quindi, perché il rapporto tra il museo di Los Angeles e l’Italia non è stato sempre idilliaco. Solo dopo un lungo contenzioso, il Museo Getty si era deciso a restituire nel 2006 alcune delle 52 opere in suo possesso, reclamate dall’Italia perché trafugate ed esportate illegalmente da un trafficante italiano. Una trattativa terminata nel 2007 con la restituzione all’Italia di 40 opere, tra cui la “Venere di Morgantina” (o Afrodite), il cui ritorno però è previsto per il gennaio del 2011. Solo l’Atleta di Fano attribuito a Lisippo, per cui il gip del tribunale di Pesaro ha disposto la confisca alcuni giorni fa (il Museo ha presentato un’istanza di sospensione dell’ordinanza), rimane nella Getty Villa di Pacific Palisades (Malibù).

La Regione siciliana e il Getty Museum iniziano una collaborazione che si preannuncia proficua per entrambe le parti che si impegnano, oltre ai progetti specifici concordati, a mantenere un dialogo continuo sulle migliori pratiche nel settore museale e per uno scambio di esperienze professionali in programmi educativi e di allestimento mostre. Il Getty Museum organizzerà una grande esposizione dedicata alla Sicilia del periodo classico ed ellenistico (V-III secolo a.c), prevista nel 2013 presso la Getty Villa, che comprenderà anche alcune importanti collezioni archeologiche ritrovate in Sicilia, provenienti sia da musei italiani che da realtà museali internazionali. E un altro evento espositivo su Selinunte, importante colonia greca della Sicilia occidentale, sarà realizzato in collaborazione con il Museo Archeologico Regionale “Antonino Salinas” di Palermo e con la Soprintendenza di Trapani. Un’attenzione particolare sarà data alla conservazione dei beni, per cui il museo americano metterà a disposizione la propria esperienza in materia e le attrezzature più moderne disponibili presso la Villa Getty per collaborare con i colleghi siciliani negli interventi conservativi su reperti, con l’obiettivo di migliorarne la protezione dai danni causati da eventi sismici durante il periodo espositivo delle stesse. E per inaugurare questa collaborazione, alcune opere straordinarie tra cui “Il giovinetto di Mozia”e “Il giovinetto in marmo di Agrigento”giungeranno al Getty per la realizzazione di supporti antisismici atti a proteggerli e a migliorarne l’aspetto estetico. L’accordo tra la Regione siciliana e il Getty Museum si aggiunge a quelli già sottoscritti con il Museo Archeologico Nazionale di Firenze e il Museo Archeologico di Napoli.

http://opinione.sisteco.it/articolo.php?arg=&art=89651


news

20-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news