LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma e le «perle» dimenticate. Intervista al sovrintendente Broccoli: «All'Eur un plastico ammirato solo all'estero»
IL TEMPO 19/02/2010




Campidoglio ed Eur, l'antico e il nuovo della Roma eterna. Nei loro musei siamo andati a caccia di alcuni gioielli dell'antichità accompagnati da una guida d'eccezione, il sovrintendente Umberto Broccoli, la stessa voce che ogni giorno, su Radiouno Rai, ci riporta indietro nel tempo "Con parole mie". Di quale, fra gli innumerevoli tesori delle collezioni capitoline, intende parlarci? «Vorrei soffermarmi sull'iscrizione funebre di Quinto Sulpicio Massimo di Porta Salaria, oggi nelle sale dei Musei Capitolini». Chi era questo personaggio? «Un Enfant prodige morto appena undicenne nella Roma di Domiziano. L'iscrizione funeraria ci spiega la causa della sua prematura scomparsa: "Essendosi indebolito e ammalato per il troppo studio e l'esagerato amore per le Muse". A Sulpicio dedicò una noticina commossa anche il latinista Ettore Paratore nella sua celebre "Storia della Letteratura Latina"». Che cosa dire di questo piccolo poeta della Roma imperiale? «Sulla stele Sulpicio è raffigurato cinto con una corona d'alloro ricevuta sul Campidoglio nell'anno 94 a.C. in occasione della terza edizione del Certamen capitolinum in lingua greca. A quell'agone avevano partecipato altri 52 poeti provenienti da ogni parte dell'Impero, ma Quinto aveva destato l'ammirazione e lo stupore dei giudici». Che cosa canta nei suoi versi? «Il componimento da lui scritto fu fatto incidere dai genitori sul cippo funebre. È un poemetto di appena 40 versi in cui è immaginato un dialogo tra Giove ed Apollo. Il Padre degli dei rimprovera Apollo per aver lasciato condurre il carro del Sole allo scapestrato nipote Fetonte, da lui fulminato prima che bruciasse tutta la Terra». Quando è stata scoperta e dove si trovava originariamente la tomba del piccolo poeta? «Fu portata alla luce alla fine dell'Ottocento e si trovava inglobata nella torre occidentale di Porta Salaria sventrata dalle cannonate del 1870. Vi è raffigurato il giovinetto in toga con un volumen (rotolo di papiro) fra le mani. Un calco è stato ricollocato vicino al varco all'angolo tra via Piave e via Sulpicio Massimo, appunto. Nessuno ci fa caso, basterebbe alzare gli occhi per scoprire una storia bellissima seppur di 1900 anni fa». Se non sbaglio mi accennava a un altro misconosciuto tesoro delle Collezioni museali di Roma? «Le dice qualcosa il nome di Italo Gismondi? Dal 1919 al 1938 fu, tra le altre cose, sovraintendente delle antichità di Roma. Un mio predecessore insomma. Ora provi a ricordare con i suoi lettori il film "Il Gladiatore" con le sue ricostruzioni tridimensionali di Roma antica. Ebbene quelle spettacolari immagini in 3D sono state possibili grazie allo straordinario Plastico di Roma custodito nel Museo della Civiltà Romana all'Eur anche noto come Plastico Gismondi. Lo studioso vi lavorò dal 1935 fino al 1971 ridando vita, in scala 1:250, all'ipotetico volto dell'Urbe in età costantiniana, all'inizio del IV secolo. Un'immagine, quella del plastico, venduta in ogni negozio di souvenir, arcinota anche al di là dell'Atlantico, ma dalla storia e dall'autore misconosciuti.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news