LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Finalmente il tesoro di Morgantina è tornato a casa
Silvia Lambertucci
Gazzetta del Sud 20/2/2010

I preziosissimi argenti sono a Roma, dove saranno esposti

La Venere arriverà. L'ologramma della splendida statua, attesa per il 2011, è stato presentato ieri alla Bit di Milano

Incredibili vasi, preziose coppe d'argento lavorate a sbalzo, pissidi, persino due corna da elmo. Eccolo, finalmente in Italia, il Tesoro di Morgantina: salvato miracolosamente dal saccheggio dei soldati romani nel III secolo avanti Cristo, rimasto sepolto per 2200 anni, poi scavato di frodo, esportato illegalmente, comprato dal Metropolitan Museum di New York, conteso e, infine, restituito. Di grandissimo valore sono 14 pezzi d'argento, alcuni dorati, tutti di grande fattura e anche molto rari, spiega il soprintendente archeologico di Roma Angelo Bottini - il tesoro tornerà presto in Sicilia, forse nel museo di Aidone (Enna) ad un passo dai luoghi in cui vivevano i suoi proprietari. E dove nel gennaio 2011 arriverà pure, restituita dal Getty di Los Angeles, la colossale Venere di Morgantina, il cui ologramma è stato presentato alla Bit di Milano. Per il momento, però, il tesoro è a Roma, custodito nel caveau del museo nazionale di Palazzo Massimo, dove verrà esposto per la prima volta al pubblico, in una grande mostra che si aprirà con tutta probabilità il 10 marzo. Una mostra allestita in velocità, che non potrà contare neppure su un catalogo. Ma ugualmente straordinaria, per la bellezza e la ricchezza dei pezzi e per la storia rocambolesca che li accompagna. Un tesoro certamente raccolto in tutta fretta, come spesso succede quando c'è la guerra. Era il 211 avanti Cristo, la città greco sicula di Morgantina, fondata 1800 anni prima su un'altura della Sicilia, venne assediata e poi conquistata dai soldati romani. Di notte, gli assalitori alle porte, i morgesi si affannarono a nascondere le cose più preziose. I 14 pezzi erano stati avvolti in una specie di sacco e poi seppelliti. Chi lo fece di certo non riuscì a salvarsi, commenta oggi Bottini, ma salvò il tesoro. Seppellito così bene che nessuno lo trovò più per oltre due millenni. Individuata l'area archeologica nel 1955 (la scoprì una missione sostenuta dal re Gustavo di Svezia) a Morgantina però tornarono i saccheggi, questa volta dei tombaroli. Il Met, dove alla fine approdarono gli argenti, li acquistò pare in due tranche a metà degli anni Ottanta. L'accordo firmato nel 2006 con lo Stato italiano ne ha stabilito il ritorno in patria. In cambio il museo americano potrà contare, oltre che sulla riconoscenza degli italiani, su una serie di prestiti (un meraviglioso corredo pompeiano da tavola è già esposto in questi giorni). Il più è fatto, il tesoro è qui. Godrà di una prima nella Capitale, sarà esposto a Milano e persino all'Expo di Shanghai. Infine tornerà a casa, quella vera.



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news