LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

NAPOLI - Duecento buche in 10 giorni pioggia di denunce al Comune
MERCOLEDÌ, 24 FEBBRAIO 2010 LA REPUBBLICA Napoli


Ritardi nella manutenzione. "Colpa del maltempo"



Sono trenta gli interventi quotidiani. Lavori frettolosi e con materiali scadenti

Duecento buche in dieci giorni. Colpa della pioggia e della scarsa manutenzione. Le strade della città diventano percorsi ad ostacoli e fioccano le denunce al Comune di cittadini che cadono per strada, a piedi, in moto o che perdono il controllo dell´auto. L´ultimo caso lunedì in via Diaz, davanti all´ingresso della Questura. Un uomo finisce in una buca, intervengono i vigili urbani che soccorrono il cittadino. Scatta la denuncia. Stessa trafila domenica: una ragazza cade in scooter in via del Parco Margherita, proprio davanti alla stazione della Funicolare. Viene portata in ospedale.
E ieri nuove voragini in vico Cariati e in vico Rosario a Porta Medina, sulla strada del Vecchio Pellegrini. Tra le segnalazioni anche una voragine ai Gradoni di Chiaia, a poche centinaia di metri dalla chiesa di San Carlo alle Mortelle, sprofondata alcuni mesi fa; una in via San Gennaro dei Poveri nei pressi dell´ospedale San Gennaro, dove un primo cedimento transennato si è esteso a tal punto che è stata sospesa la linea C52; buche trasformate in laghi infine in via dell´Anticaglia ai Decumani, via Medina, via Caracciolo, viale Gramsci, piazza Trieste e Trento e via Leopardi a Fuorigrotta.
«Tutto colpa del maltempo - spiega l´assessore alla Mobilità Agostino Nuzzolo - Sono oltre dieci giorni che piove e in queste condizioni i lavori vanno inevitabilmente a rilento. Per esempio abbiamo dovuto bloccare anche il cantiere di via Caracciolo con largo Sermoneta, che era a un passo dalla chiusura». Il Comune ogni giorno interviene su 50 buche. Negli ultimi dieci giorni la media si è abbassata a 30 interventi. Risultato? In città si sono aperte duecento nuove buche.
Ed è un circolo vizioso, in questi anni infatti molti dei lavori sono stati realizzati con i ribassi d´asta fino al 46 per cento: lavori frettolosi, con materiale scadente. A complicare il tutto la burocrazia che divide la manutenzione tra strade principali che spettano al Comune e strade secondarie di competenza delle Municipalità, alcune delle quali non hanno proprie ditte di pronto intervento.
Intanto i tecnici della Protezione civile avvisano: «Le vere conseguenze di questi 10 giorni di maltempo si vedranno ora, con l´assestamento si apriranno nuove voragini».
A rincarare la dose sull´allarme buche la I Municipalità: via Posillipo, via Manzoni, via Petrarca, via Caracciolo, viale Gramsci, Parco Margherita, corso Vittorio Emanuele si trovano in condizioni disastrose e pericolose. «La voragine che si era aperta lunedì sera ai Gradoni di Chiaia è stata colmata - spiega Fabio Chiosi - Al momento, però, la I Municipalità non ha ancora avuto una ditta di manutenzione ordinaria, visto che la ditta che si è aggiudicata l´appalto ha rinunciato. Vi è solo una ditta di manutenzione straordinaria. La situazione è molto difficile a causa della mancata riforma del settore, da parte del Comune, e delle gare che vengono aggiudicate con il 40 per cento di ribasso». Il vice presidente Maurizio Tesorone: «Via del Parco Margherita è ridotta in condizioni penose e pensare che da tempo abbiamo pronto un progetto, di cui abbiamo parlato anche alla soprintendenza per sostituire i sampietrini con l´asfalto drenante, come per via Tasso». E sulla sostituzione dei cubetti di porfido con l´asfalto interviene Nuzzolo: «A breve partiranno i lavori in via Posillipo, con i ribassi d´asta, ma lancio un appello alla soprintendenza per vagliare la possibilità di sostituire nei tratti più pericolosi e meno importanti dal punto di vista storico i sampietrini con l´asfalto, proprio come in via Tasso, dove i lavori sono stati eseguiti bene. Anche con il maltempo non si sono aperte buche».
(cri. z.)



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news