LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PISA - LEGAMBIENTE ALL’ATTACCO Ricorso al Tar di cinque comitati per l’annullamento della variante urbanistica
GIANLUCA CAMPANELLA
VENERDÌ, 26 FEBBRAIO 2010 IL TIRRENO Pisa


Contestato un mancato rispetto del piano strutturale


PISA. Cinque tra comitati e associazioni di quartiere fanno ricorso al Tar contro la variante urbanistica approvata lo scorso 11 dicembre dal consiglio comunale. Sono i residenti di via Battelli, via Marco Polo, via Prinetti, del Cep e di Sant’Ermete, coordinati da Legambiente.
Il testo del ricorso denuncia due “vizi formali”: mancanza del percorso di democrazia partecipativa e mancato rispetto delle norme del Piano strutturale; è stato curato dall’avvocato Ornella Aglioti, che ha notificato l’atto alla controparte, cioè il Comune, il giorno 17 febbraio.
Sul primo punto, il presidente del circolo locale di Legambiente, Marco Ricci, spiega che tutte le loro osservazioni sono state respinte. Per legge, una variante urbanistica va approvata in due successive letture, tra le quali la cittadinanza ha la possibilità di esprimere il proprio parere. «Ci hanno liquidato con poche parole»: sostiene Ricci. Le riporta Piero Pierotti, docente di architettura in pensione: «Ci hanno risposto che “le famiglie sono diventate più piccole, gli appartamenti pure”. Ma non basta a giustificare 2.400 alloggi». Numero molto più alto delle «mille nuove case previste nel 2001 - ricorda Riccardo Ciuti, ex dirigente comunale -. La lecita discrezionalità degli atti non deve essere libera dal rispetto delle norme».
L’altra questione è proprio l’armonizzazione dei piani urbanistici di sei comuni, il Piano Strategico, secondo cui gli interventi sul territorio devono essere condivisi da Pisa, Calci, Cascina, San Giuliano, Vecchiano e Vicopisano. Si chiedono i promotori dell’azione legale: «Se prima si fa la variante urbanistica e poi si approva il Piano Strutturale, allora quest’ultimo a che serve?».
Maurizio Bini, di Rc, è l’unico consigliere comunale che ha appoggiato il ricorso: «La via politica deve essere la principale; ma con quella, abbiamo ottenuto solo cemento. Per esempio, sull’area verde di via fratelli Antoni sorgeranno villette; nel “rispetto” dei vincoli, si considererà verde utile per il quartiere, una striscia attaccata alla superstrada. Non ci resta che la via giudiziaria».
Presto il ricorso sarà depositato in tribunale: oltre alla parte “generale”, contiene anche rilievi su alcune singole schede che compongono la variante. Ma chiede l’annullamento totale del provvedimento.



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news