LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La "pinacoteca privata". "Il Louvre di casa Mokbel" sequestrate migliaia di opere d´arte
MARIA ELENA VINCENZI
SABATO, 27 FEBBRAIO 2010 LA REPUBBLICA Economia





Da Schifano a De Chirico, un tesoro. E ritratti di Hitler, Mussolini e Goebbels


Tra gli investimenti, gallerie a via Margutta e gioiellerie ai Parioli

Trovati circa 4.000 capolavori in un magazzino nel quartiere Fleming di Roma

ROMA - Ci sono tele, serigrafie, sculture, litografie. Capolavori di De Chirico, Capogrossi, Tamburri, Schifano, Borghese, Palma, Clerici e Messina nel "tesoretto" da circa 4.000 pezzi che i carabinieri del Ros hanno trovato ieri in un magazzino nel quartiere Fleming di Roma, a nord della città, la zona in cui Gennaro Mokbel viveva e svolgeva la gran parte dei suoi "affari".
Queste opere, che ora sono all´esame dei periti del comando Tutela Patrimonio Culturale dei carabinieri, erano uno dei modi in cui l´organizzazione criminale reinvestiva i soldi illeciti che venivano da operazioni commerciali fittizie di acquisto e vendita di servizi telefonici internazionali per un valore di oltre due miliardi di euro. Una delle frodi, come la ha definita la Direzione distrettuale antimafia di Roma, più grosse della storia italiana. Una parte di quel denaro nero finiva in queste tele e sculture preziose. Una parte, però: secondo i magistrati il procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo e i pm Giovanni Bombardieri, Giovanni Di Leo e Francesca Passaniti, il "gruzzolo" è ben più cospicuo.
Ieri mattina, quando dopo la perquisizione di due gallerie d´arte, gli uomini dell´Arma sono arrivati in questo magazzino, si sono trovati davanti un vero e proprio museo che gli stessi inquirenti avrebbero definito "più ricco del Louvre". Migliaia di opere accatastate e ricoperte di cellophane. E non c´è solo questo: anche nel lussuoso appartamento di Gennaro Mokbel, accusato dalla procura di essere la mente dell´organizzazione criminale, i carabinieri del Ros hanno trovato altri pezzi di grandissimo pregio. Tra queste un busto di Benito Mussolini e diversi ritratti e foto d´epoca di Adolf Hitler che vengono ricollegati alle simpatie politiche di Mokbel che è segnalato alle forze di polizia come "persona eversiva di destra". Insomma i soldi sporchi da investire erano parecchi e così oltre ai "serci", modo in cui gli arrestati chiamano i diamanti, anche l´arte come canale per riciclare. Tanto che c´è un intero capitolo dell´ordinanza di custodia cautelare dedicata alle gioiellerie e al settore dell´arte. La ricostruzione del giudice è piuttosto chiara: il gip Aldo Morgigni spiega come l´organizzazione di Mokbel abbia acquisito gioiellerie e gallerie d´arte, una di queste in via Margutta, la storica via degli artisti nel cuore di Roma, proprio con il fine di investire in questo settore i proventi del riciclaggio.
Tra i vari elementi di prova il gip riporta anche l´intercettazione telefonica di una conversazione tra Gennaro Mokbel e il senatore Nicola Di Girolamo. È l´8 maggio 2007. Mokbel invita il parlamentare a "andare lunedì mattina con "Luchino" (Luca Breccolotti) in via del Babuino presso la Fondazione dell´Archivio della Scuola Romana de…dell´Arte…per contattare la vedova dell´artista Vespignani, in quanto intenzionato a fare "un´operazione che la prendiamo noi…una mega operazione…so´ ottanta quadri". Di Girolamo dice che va bene e poi cambia discorso".
Mentre i capolavori, o almeno parte di essi, sono stati trovati, i militari del Ros sono sulle tracce dei gioielli dell´organizzazione. Mokbel infatti avrebbe acquistato anche diverse gioiellerie, in particolare in via Chelini ai Parioli e nelle centralissime piazza Campo de´ Fiori e via della Vite, a pochi metri da piazza di Spagna, locale che però rivende dopo poco perché "vicina a una pizzeria de poveracci". Investimenti fatti allo scopo di commercializzare "pietre preziose e oro" al fine di "diversificare gli obiettivi imprenditoriali criminali del sodalizio indagato".



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news