LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CAMPANIA - Una proposta più concreta sul piano casa.
Daniela Volpecina
27/02/2010 IL MATTINO



È l'obiettivo annunciato ieri mattina dagli assessori della giunta Petteruti che giustificano così la loro decisione di rinviare la discussione, e quindi il voto, sui nuovi insediamenti abitativi. Una decisione che i partiti hanno messo nero su bianco in un documento, a firma dei segretari provinciali, consegnato giovedì sera al primo cittadino. «Necessaria una riflessione» «Non contestiamo l'impianto generale del progetto - spiega l'assessore di Rifondazione comunista, Mimmo Pascarella - ma la necessità di approfondire alcuni aspetti della delibera e coinvolgere sul tema l'intera città, dalle associazioni alle organizzazioni sindacali passando per gli ordini professionali e tutta la società civile. Viste le complessità emerse durante l'ultima seduta di giunta e alla luce della possibile proroga della Regione abbiamo ritenuto fosse opportuno dedicare alla tematica, così importante per il futuro della città, una riflessione più ampia». La battaglia sulle aree da escludere Meno diplomatici Pd e Italia dei Valori che sperano invece di poter rivedere gran parte della delibera non solo per modificare i criteri di perimetrazione delle aree ma anche per ottenere conferme sull'esclusione del Macrico, delle zone industriali dismesse e delle aree verdi dagli interventi di edilizia sociale e popolare. In attesa del responso del Consiglio regionale - che nella seduta di martedì prossimo (dopo il nulla di fatto di giovedì scorso) dovrebbe ratificare una proroga di novanta giorni per consentire agli enti locali di approvare in giunta e in consiglio comunale le osservazioni sul piano casa - la delibera di giunta è stata pertanto congelata e con essa anche i malumori dell'assessore all'urbanistica ed esponente del Pd, Domenico Moccia, che, non più tardi di due giorni fa, aveva minacciato addirittura le dimissioni nel caso in cui la giunta avesse deciso di respingere la delibera da lui confezionata. Una provocazione che ha acceso ulteriormente lo scontro politico. E l’opposizione incalza La coalizione di maggioranza continua infatti a mostrarsi spaccata sull'argomento e c'è persino chi solleva la questione del conflitto di interessi. Sul tema è tornata a incalzare con forza ieri anche l'opposizione che da settimane contesta le scelte dell'amministrazione comunale in materia di edilizia sociale e popolare. «La maggioranza - attacca il consigliere del Pdl, Nello Spirito - sta contravvenendo al vero spirito della legge varata per facilitare gli interventi di ampliamento dei piccoli imprenditori e non per incentivare le speculazioni edilizie. Trovo assurda la decisione di trasformare in zone edificabili tanti terreni agricoli e tante zone verdi della città a fronte di una richiesta minima di alloggi che non è certo quella indicata dal Comune. La legge sul piano casa dovrebbe essere utilizzata piuttosto per recuperare e riqualificare il patrimonio urbanistico esistente e non per mettere sul mercato nuovi vani che nessuno, tra i ceti meno abbienti, può acquistare». Nella stessa direzione anche il consigliere dell'Udc, Giuseppe Greco, che si dice soddisfatto per il nulla di fatto della giunta: «Il progetto così come era stato congegnato dall'amministrazione comunale sarebbe stato una iattura per la città. È preferibile che ci sia stato uno stop piuttosto che l'approvazione di una delibera pensata ad uso e consumo degli speculatori. Non siamo contrari all'edilizia sociale purché venga realizzata all'interno di un sistema di regole guidato dal Puc (piano urbanistico comunale) e non da uno strumento straordinario come il piano casa o, peggio, dalle manifestazioni di interesse dei privati. Speriamo - ha concluso il consigliere - che l'eventuale riapertura dei termini da parte della Regione convinca l'amministrazione a promuovere un confronto politico sull'argomento che coinvolga anche le forze di opposizione».



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news