LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Ristorante accanto alla Pieve: per il Comitato è uno scandalo

PADENGHE. Il Comitato per il parco delle colline moreniche interviene sul prezioso sito di architettura romanica
Sant'Emiliano risale all'anno Mille: recuperato grazie a fondi pubblici è di proprietà della parrocchia che adesso però vuole «fare cassa»



Torna a far parlare di sé la pieve di Sant'Emiliano risalente al 1100, il cui complesso comprende oltre alla chiesetta un fabbricato rurale e terreni di proprietà della parrocchia.
Oggetto del contendere è un fabbricato vicinissimo all'antica Pieve romanica, che il parroco don Bruno Negretto vorrebbe adibire a ritorante. Il progetto andrebbe a incidere proprio all'interno del complesso monumentale.


[FIRMA]«UNA VIOLAZIONE della convenzione sottoscritta nel 2007 col Comune», attacca il Comitato per il parco delle colline moreniche. Ma il parroco e respinge totalmente la polemica: «La parrocchia può disporne in piena legittimità essendone proprietaria».
Già nell'agosto 2006 si era registrato un duro scontro tra l'allora sindaco Gian Carlo Allegri (al quale è succeduto poi Patrizia Avanzini) e lo stesso don Negretto, per via di una sbarra che il prelato aveva fatto collocare per impedire il passaggio di una pista ciclabile che «avrebbe provocato disturbo alle cerimonie religiose sul sagrato della chiesetta».
Nel frattempo, la Regione e il Comune hanno stanziato quasi 450 mila euro per coprire le opere di ristrutturazione e restauro della Pieve e dei fabbricati adiacenti, un complesso archeologico e storico di assoluto valore, essendo stati rinvenuti insediamenti di epoca romana di grandi dimensioni fra cui una villa in anni recenti rivisitata dalla Soprintendenza archeologica, in un'area totalmente e rigidamente protetta da vincoli ambientali.
E la convenzione, tuttora vigente, dispone però restrizioni altrettanto rigide. Come ad esempio, l'uso della cascina in cui si possono realizzare solo «l'alloggio del custode, locali per attività culturali….e un punto ristoro».
ECCO IL CASUS BELLI: il ristoro. Perché la parrocchia, senza troppi giri di parole, intende realizzare un vero e proprio ristorante, mentre gli ambientalisti che ieri a Desenzano hanno manifestate le loro vibrate obiezioni in una conferenza stampa, ritengono si tratti di «una palese violazione e di uno scempio, in quanto si vuole accostare un esercizio commerciale al monumento archeologico e religioso per ricavarne un valore economico».
In effetti la convenzione parla chiaro: «punto ristoro», cioè un piccolo locale attrezzato per la somministrazione di cibi e bevande. Ma di qui ad un ristorante, come obiettano Guido Franz, Gabriele Lovisetto e Costanza Lunardi del Comitato ambientalista, vr ne passa parecchio.
E ancora, non si potranno realizzare parcheggi, l'accesso sarà consentito solo ai pedoni salvo particolari deroghe.
Il parroco, che a Bresciaoggi si è limitato a rispondere con un laconico «non voglio dire nulla, siamo in Quaresima e non si parla», avrebbe invece riferito agli ambientalisti in un recente incontro, che «l'area è di proprietà della parrocchia e quindi nessuno può interferire».
Maurizio Toscano

Maurizio Toscano

http://www.bresciaoggi.it/stories/Provincia/131517__ristorante_accanto_alla_pieve_per_il_comitato__uno_scandalo/


news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news