LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Un sovrintendente che non sovrintenda
G. Vecellio
il Giornale 27-LUG-2004


E' volato a Boston, per assistere alla convention dei democratici americani, l'ex sindaco di Roma e attuale leader della Margherita Francesco Rutelli; ma prima ha pensato bene di allacciare una pesantissima polemica con il sovrintendente archeologico Adriano La Regina.

Polemica a freddo, e per tanti versi sorprendente.
Rutelli ha mosso il suo attacco nel corso della festa della Margherita.
In sostanza, riferendosi al fatto che dopo 28 anni di servizio, La Regina ormai prossimo alla pensione, ha auspicato che tra breve vi sia una nuova sovrintendenza, che non si distingua pi per l'opposizione dei vincoli.

Rutelli naturalmente libero di desiderare e auspicare quello che pi gli pare e piace.
Per le sue parole sono pi rivelatrici di quanto probabilmente lui stesso non creda. Che dovrebbe mai fare, infatti, un sovrintendente archeologico, se non far rispettare i vincoli l dove ci sono? E cosa significa chiedere che un sovrintendente ligio alla forma e alla sostanza della legge sia finalmente sostituito con un altro, magari pi malleabile e meno coriaceo?

Che magari su alcuni vincoli sia possibilista?

La Regina in tutti questi anni ha cercato di opporsi alle devastazioni che sono state arrecate per esempio con il parcheggio sul Gianicolo: un edificio romano distrutto per lasciare posto a una rampa d'accesso peraltro praticamente inutilizzata.

questo che si rimprovera a La Regina?

Un'altra colpa del sovrintendente aver fatto presente che gli uffici statali non hanno rispettato la legge, e che sono state date autorizzazioni eludendo molti permessi tra i quali quelli della
sovrintendenza che nel 1991 aveva bocciato il progetto.

Ci si sarebbe aspettati che chi ha ricoperto la carica di sindaco, ne prenda atto grato e sostenga come pu e come sa chi chiede il rispetto della legge. O no?

Durante la gestione di La Regina stata riaperta la Domus Aurea; sono stati allestiti Palazzo Massimo e Palazzo Altemps; si recuperata la Villa dei Quintili sull'Appia. Per riconoscimento pressoch unanime, anche grazie a lui, O nome di Roma tornato a brillare, associato al suo prezioso patrimonio archeologico.

Un personaggio di questo calibro, Rutelli auspica sia sostituito.
C' un caso da manuale, costituito da piazza Celimontana.

All'inizio degli anni Ottanta, davanti all'ospedale del Celio, furono demolite due case popolari, per costruirvi alberghi.

Durante i lavori si trovarono importanti reperti archeologici, La Regina pose il vincolo. Un divieto, spiega La Regina, che offriva implicitamente un'indicazione: che in quel luogo si realizzasse un giardino. Rutelli non l'ha fatto. Il suo successore, Walter Veltroni s: il giardino molto bello, e frequentatissimo.
Merita o no un grazie per quel vincolo, per quel no, il sovrintendente La Regina?

Un altro vincolo che ha distinto la gestione La Regina riguarda il giardino di fronte a Monte dei Gocci a testaccio, intitolato a Domenico Pertica.

vero o no che in quel luogo si voleva costruire un enorme palazzo che avrebbe deturpato la zona, con lavori che inevitabilmente avrebbe fatto scempio dei resti archeologici che si trovano sottoterra?

Oppure vogliamo parlare del vincolo che ha impedito campo libero a una maxi speculazione nel comprensorio di Tor Marancia, dove era previsto un insediamento a ridosso del mausoleo di Cecilia Metella?

questo che si rimprovera a La Regina, e di questo voler difendere il bene pubblico, che ci si lamenta?

La Regina lungo tutti questi anni ha cercato di difendere con tutte le sue forze e i suoi mezzi quel primato che l'Italia ha accumulato nei secoli, e che forma un modello che tutto il mondo ci invidia, e che tanti hanno cercato di copiare ed esportare.
Una persona cos, si cerca di utilizzarla pi e meglio che si pu.
C' chi invece auspica che venga prontamente sostituito con persona, si immagina, meno rigorosa e coscienziosa. Una ragione certamente ci sar, e prima o poi anche noi la conosceremo.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news