LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Goya e Delacroix per la nuova pinacoteca
Repubblica Bari 29 LUG 2004

UNDICI milioni di euro, ma si tratta di una stima approssimativa e certamente per difetto. Alla Soprintendenza
esitano un po' prima di annunciare il valore del tesoro della collezione De Vanna, ma n le parole n lo sguardo riescono a tradire l'emozione. Inestimabile e incalcolabile sono cosi gli aggettivi che si possono cogliere tra le righe. D'altra parte quando la posta in gioco la storia dell'arte dell'Italia e dell'Europa moderne e contemporanee non c' molto da aggiungere.
Duecentoventinove dipinti e altri 108 pezzi, fra disegni e acquerelli: ecco l'impressionante portata numerica della collezione De Vanna. Ma oltre i numeri sono i nomi degli artisti a rendere strabiliante la donazione allo Stato dei bitontini Girolamo e Rosaria De Vanna. Facciamone qualcuno: Tiziano, Tiepolo, Delacroix, Poussin, Goya, DeNittis e ancora Luca Giordano, il Parmigianino, Corrado Giaquinto, Salvator Rosa, Artemisia Gentileschi e Francesca Solimena. un tesoro che i De Vanna donano alla loro Bitonto, assicurandogli una piena fruizione pubblica: ad accogliere la collezione sar il cinquecentesco Palazzo Sylos Cal.
Quando la Pinacoteca *De Vanna", ma ai donatori non piace l'idea che si chiami cosi, aprir invece i battenti? A partire da ieri mattina scattato il conto alla ro -vescia dei quattro anni perch vengano perfezionate le condizioni poste dai De Vanna per la donazione modale, sottoscritta al ministero per i Beni e le attivit culturali un paio di giorni fa. A stipulare l'accordo il ministro Giuliano Urbani, il soprintendente Salvatore Abita, Nicola Pice, sindaco di Bitonto, Girolamo e Rosaria De Vanna e l'ex soprintendente per la Puglia Ugo Soragni, grande tessitore istituzionale dell'operazione che ha fin qui condotto a gettare le fondamenta per questo nuovo e importante spazio dedicato all'arte e alla cultura.
Per loro conto i De Vanna, in tema di condizioni, si sono limitati a chiedere lo stretto indispensabile: l'individuazione di un'adeguata sede per mantenere la collezione a Bitonto e la partecipazione alla Fondazione che si dovr preoccupare di gestire lo spazio museale. Perch se la sede c' gi, Palazzo Sylos Cal appunto -a metterlo a disposizione dall'Amministrazione comunale bitontina - resta il problema della gestione che, nelle intenzioni del Ministero, non potr che essere affidata a una Fondazione. quanto annuncia l'ex soprintendente Soragni: Ci sono tutti i presupposti perch ogni cosa fili per il verso giusto. Ora ci si dovr solo mettere all'opera per sistemare i tasselli della Fondazione che aperta alla partecipazione dei privati dovrebbe essere costituita da Ministero, Regione Puglia e Comune di Bitonto insieme alla Fondazione Crp e alla Provincia di Bari.
Tant' che proprio ieri, a margine di un incontro con Soragni, il presidente Vincenzo Divella non ha perso tempo per dichiarare il suo convinto sostegno al progetto, attraverso dunque l'adesione alla costituenda Fondazione. Mentre la galleria di Palazzo Sylos Cal dovr, conditio sine qua non della donazione modale, aprire le sue porte entro il 28 luglio 2008. Intanto i soldi per il recupero e l'adeguamento dell’edificio, assicurano Soragni e Pice, ci sono gi: 3 milioni di euro provenienti dai fondi del gioco del Lotto e un milione messo a disposizione dalla Regione nell'ambito dell'accordo quadro di programma sottoscritto co! ministero per i Beni culturali il 22 dicembre scorso.
una grande opportunit di crescita perla citt - dice entusiasta il sindaco - ma oserei dire della Puglia e dell'Italia stesse. Crescita culturale e umana, visto che l'eccezionalit di questo atto di mecenatismo
esprime un forte legame con la nostra terra. E la storica dell'arte Rosa Lorusso, che, in forze alla Soprintendenza, dal 2001 ad oggi si preoccupata di curare l'opera di catalogazione delle opere, non ha dubbi nel sottolinearne la tipicit: Si tratta di una collezione abbastanza singolare ed nella sua eterogeneit che trova un punto di forza e di carattere. Eterogeneit cos la parola giusta per racchiudere lo spirito che ha messo insieme circa sei secoli di storia dell'arte, dal '400 al '900. Quello di Girolamo De Vanna, americanista all'Universit di Urbino per mestiere e collezionista di opere d'arte per passione, una passione iniziata oltre quarant'anni fa e ancora ben salda. una collezione - spiega Salvatore Abita, soprintendente per i Beni artistici e storici della Puglia -assolutamente fuori dal comune per la sensibilit delle scelte del collezionista De Vanna, e con una valenza a dir poco nazionale. Tant' che, da qui all'autunno, avremo un paio di anteprime al pubblico, in forma di antologica: prima alla Chiesa di San Michele a Ripa a Roma, quindi a Bari. Ma prima che parte della collezione diventi visibile ai pi resta una certezza, racchiusa nella battuta pronunciata dal ministro Urbani pochi attimi dopo la stipula dell'accordo per la donazione modale: Lo Stato diventato pi ricco. Bitonto, la Puglia stessa, sappiano farne tesoro.



news

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

03-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 DICEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news