LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

L'INTERVISTA a De Fusco: ecco la mia ricetta per salvare i teatri stabili
E. Croppali
02-AGO-2004 il Giornale


Luca De Fusco, 47 anni, da cinque alla guida del Teatro Stabile del Veneto (di recente stato riconfermato fino al 2009), stato appena eletto presidente dei Teatri Stabili italiani.

Una carica, oltre che prestigiosa, diffcile dal momento che si affacciano sul futuro della scena nazionale inquietanti parametri che, se confermati, ne minaccerebbero sia l'espansione sia la stessa esistenza.

A De Fusco che, in questi ultimi tempi, ha diretto spettacoli che hanno circuitato in tutta la penisola accolti da un successo incontrastato di critica e di pubblico, dai Veneziani sulla vita di Casanova fino al Viaggio a Venezia sul mondo di Hofmannstahl e alla recente Bottega del caff, rivolgiamo anzitutto la domanda se condivide la recente presa di posizione di Riccardo Muti sui ventilati tagli alla cultura. Cosa ne pensa un uomo di teatro che ha aperto alla fruizione pubblica Ca' Rezzonico e ha scritturato registi come Besson, Lassalle e Scaparro?

Condivido pienamente il pensiero del maestro Muti. La mia posizione, come presidente dei teatri pubblici italiani, non pu che concordare sul fatto che non basta salvare il Fondo Unitario dello Spettacolo con le erogazioni ministeriali stabilite di volta in volta. Quando Paesi a noi vicini come la Germania, la Spagna e la Francia non si pongono nemmeno il problema di tagliare le spese, e Parigi - tanto per fare un esempio -spende per la .sola Comdie Frarupaise, l'equivalente del cinquanta per cento di ci che lo Stato italiano pianifica per tutta la prosa.

Cosa rimprovera agli enti pubblici?

Guardi Venezia. Da due anni si aperto un acceso dibattito col Comune che vorrebbe diminuire di parecchio i contributi al Teatro Goldoni che, per questo motivo, si trova a rischio.

Come si pu ovviare a una simile eventualit?

Seguendo l'esempio di Milano dove l'assessore Carrubba ha deciso di preservare le istituzioni eliminando quelle che si potrebbero definire le libere attivit dell'assessorato.

Lei ha coprodotto spettacoli con altri Stabili italiani, da Genova a Palermo e Catania. Attualmente cosa auspica da un punto di vista produttivo?
Valorizzare a fondo le piccole e medie forze venete. A Verona, per esempio, c' il Teatro Nuovo di Paolo Valerio che spera di essere qualificato come Stabile privato. Mentre a Belluno, la compagnia TIB mette in cantiere spettacoli sia per ragazzi sia per adulti di livello pregevolissimo. Il futuro di uno Stabile risiede nella collaborazione e non nell'esclusione. Come in passato ho fatto con le forze maggiori collaborando, come nello spettacolo Il viaggio a Venezia sia con la Fenice che ci ha dato l'orchestra sia con l'Arena di Verona che ci ha fornito il corpo di ballo.

Cosa prepara per le prossime stagioni?
Un grande festival del teatro del Settecento nel nome di Gozzi, di cui nel 2006 si celebra il bicentenario della morte e nel nome di Goldoni di cui festeggeremo nel 2007 il trecentesimo anniversario della nascita. Nel frattempo dedichiamo al Cogidor una nuova edizione della Trilogia della villeggiatura e un omaggio a Petrarca a cura di Cesare De Michelis in tutti i luoghi e i teatri della citt dei Dogi. Ma prima, come d'obbligo, devo confrontarmi col Consiglio d'amministrazione.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news