LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VERONA - Palazzo Forti, parte l’operazione vendita
Venerdì 02 Aprile 2010 CRONACA Pagina 14 - L'ARENA



IMMOBILI. L’iter è giunto alla conclusione, il sindaco lo illustrerà giovedì prossimo in Consiglio



Lo comprerà Fondazione Cariverona, il Comune con la Fiera riavrà l’area dell’ex mercato a suo tempo destinata al Polo finanziario

É giunto a conclusione l’iter per la vendita da parte del Comune di Palazzo Forti in concomitanza con l’acquisto della Polo Finanziario Spa (formata da Fondazione Cariverona, Banco Popolare e Cattolica Assicurazioni) proprietaria dell’area all’ex Mercato ortofrutticolo.
Dopo molti colpi di scena e tante trattative che sembravano essersi arenate, lo scorso dicembre il Comune e la Fondazione Cariverona avevano chiuso la trattativa tanto che l’assessore al Patrimonio, Daniele Polato, aveva, insieme alla giunta, deciso di allegare al bilancio di previsione un mega emendamento contenente anche la vendita di Palazzo Forti.

In consiglio, però, l’opposizione era insorta per la modalità con cui si sottoponeva all’aula un intervento di tale portata tanto che l’emendamento fu ritirato e il sindaco Tosi si impegnò a relazionare direttamente al Consiglio prima dell’inizio dell’operazione.

Ieri, infatti, all’ufficio di presidenza dei capigruppo, il sindaco ha chiesto la convocazione di un consiglio comunale straordinario per giovedì 8 aprile, (con inizio alle 15), durante il quale il primo cittadino relazionerà sulla vendita di Palazzo Forti e l’acquisizione della Polo Finanziario spa, una operazione patrimoniale che si dovrà chiudere entro la fine di aprile.

Mercoledì 7, quindi, l’assessore Polato sottoporrà alla giunta la delibera per l’acquisto della Polo Finanziario grazie ai proventi della contestuale vendita di Palazzo Forti per la quale l’amministrazione ha da poco ricevuto l’autorizzazione alla cessione da parte della Sovrintendenza regionale e i vari nulla osta e perizie giurate necessarie per completare l’iter.

Con questo ultimo passaggio in consiglio, il Comune chiude l’annosa partita a «braccio di ferro» con la Fondazione grazie anche all’intervento della Fiera. Infatti, dalla vendita a Cariverona di Palazzo e l’isolato Forti, il Comune ricaverà con 33 milioni di euro «cash» e in comodato gratuito per 20 anni l’utilizzo del Palazzo per la Galleria d’arte moderna.

Con questo introito il Comune comprerà l’85% delle quote della società Polo Finanziario spa, proprietaria dell’area dell’ex Mercato, che vale 39 milioni. Il restante 15 %, del valore di sei milioni di euro (che con i 33 fanno appunto l’intera somma), sarà comprato dalla Fiera, interessata agli spazi di fronte alla propria sede per costruire parcheggi e, forse, anche un albergo.

Il Comune avrà a disposizione così un’area in cui potenzialmente si possono costruire circa 280mila metri cubi. Quest’area, con un Piano particolareggiato, potrà essere venduta per nuova edificazione, anche con il sistema del credito edilizio. In pratica, quella cubatura, per nuova edificazione, potrebbe realizzarsi nell’ex mercato, con alberghi, uffici o negozi, ma anche in altre zone già edificabili. G.C.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news