LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TOSCANA - LIVORNO. Un maxi-termovalorizzatore a Livorno
VENERD, 02 APRILE 2010 IL TIRRENO - Livorno


Servir tutta lArea Vasta. E tra qualche anno linceneritore del Picchianti andr in pensione



Si va verso la dismissione linceneritore del Picchianti. Unipotesi- di non immediata realizzazione - se ne parler tra 7 o 8 anni - che per emerge tra le pieghe della bozza del piano interprovinciale di smaltimento dei rifiuti, da tempo in fase di discussione e ormai pronta per essere presentata. Secondo questa ipotesi, linceneritore sarebbe rimpiazzato da un grande termovalorizzatore unico di area vasta, da costruire sempre sul territorio comunale livornese.
Questo laccordo preso tra le Province dellarea vasta costiera. Lo conferma lassessore provinciale allAmbiente, Nicola Nista: Siamo daccordo sullimpostazione generale - spiega Nista - e anche sullimpianto unico. Dovendo puntare a garantire un buon servizio a prezzi sostenibili, necessario stare insieme e guardare ai grandi numeri. Lassessore precisa che la discussione solo agli inizi: andr definito pi avanti il come, il dove e con quali ricadute sul territorio.
Parole condivise dal sindaco Alessandro Cosimi: vero, c la volont comune di andare a realizzare un unico impianto per tutta larea costiera. Anche perch tra sette o otto anni il Picchianti sar ormai obosoleto. Ma al momento siamo solo allinizio di un percorso piuttosto lungo: mancano ancora gli strumenti di programmazione urbanistica. Il piano interprovinciale ha quindi iniziato il suo cammino. La bozza di piano che Pisa, Livorno, Lucca e Massa Carrara stanno definendo si basa su quattro elementi essenziali: riduzione dei rifiuti sul territorio; aumento della raccolta differenziata; migliori e pi numerosi impianti di compostaggio; e infine, appunto, un unico grande impianto di termovalorizzazione, da realizzarsi preferibilmente nella provincia di Livorno.
NellArea vasta vengono prodotti annualmente circa 4 milioni di tonnellate di rifiuti: il 25% sono urbani, ma il grosso rappresentato dagli industriali (per i quali dovr essere predisposto un piano specifico). Il nuovo inceneritore unico dovrebbe avere una capacit tale da termovalorizzare, a regime, dalle 350 alle 400 mila tonnellate di rifiuti lanno. Attualmente, linsieme degli impianti di area vasta arriva a non pi di 180 mila tonnellate. Serve dunque un incremento sostanziale per riuscire a seguire landamento crescente della produzione dei rifiuti e per consentire ai territori di mantenere lautosufficienza. Al tempo stesso dovr essere data unaccelerata alla differenziata, che resta sotto le quantit previste per legge.
sulla base di questi numeri che vengono fatti i ragionamenti sugli impianti e sulle quantit di scarti da affidare allincenerimento. Lidea prevalente quella di concentrare mezzi e sforzi economici in una direzione sola: quella, appunto, preferibilmente livornese. E gli inceneritori locali, quello del Picchianti a Livorno, come quello di Ospedaletto alle porte di Pisa, possono entrare nellottica di una dismissione o di una loro destinazione a compiti ridotti.
Per la svolta, se svolta sar, occorrer comunque attendere: ancora per qualche anno degli impianti attuali non se ne potr fare a meno e dovranno svolgere in pieno la loro funzione, sia perch il nuovo eventuale impianto livornese non pu certo essere messo in piedi dalloggi al domani, sia perch nel frattempo occorre rispettare gli obiettivi di legge (in caso contrario gli enti locali devono pagare sanzioni salate).




news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news