LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

NAPOLI - La memoria abita a casa Bonelli. Un museo privato raccoglie migliaia di cimeli sulla storia di Napoli
GIOVANNI CHIANELLI - ILARIA URBANI
SABATO, 03 APRILE 2010 la repubblica Napoli


Dalla locandina dellultimo spettacolo al San Carlo sotto i Borboni alle tabelle stradali. "Pronto a donare tutto"


Qui non entra nulla se non ha minimo 70 anni. Gli oggetti che colleziono devono almeno essersi fatti una guerra, sentenzia severo Gaetano Bonelli. Luomo che ha la storia di Napoli dentro casa. Una raccolta di diecimila cimeli divisi in varie categorie. Dal teatro ai trasporti, dalla letteratura alleconomia. E che cimeli. Roba da record. Gaetano possiede latto dello stato di famiglia di Achille Lauro. E la locandina dellultimo spettacolo al San Carlo sotto i Borboni, seguito dalla prima depoca unitaria. Ti aggiri nel corridoio e sulla mensola di una libreria trovi le matrici delle carte da gioco dellOttocento, fuori al balcone riposa un segnale stradale che nel Settecento indicava Vico della Neve a Materdei. La pi antica cartella per tombola e il manoscritto originale de "La Tiorba a taccone", il primo libro in napoletano. Ma elencarne solo una minima parte impossibile. Gaetano li raccoglie da trentanni e lui non ne ha nemmeno quaranta. Spende 5000 euro lanno, e la sua una famiglia normale. Ma, si sa, alla passione non si comanda. Il collezionista che ti fa il museo in casa si rifornisce in mercati dellusato o presso circuiti di "pusher", come li definisce. Collezionare la sua droga: "Conoscendo la storia e la nobilt di Napoli possiamo riapprenderne la dignit", assicura. E spera di aprire un Museo della Memoria di Napoli, perch non sono un collezionista geloso e poi qui non c pi posto. Questi oggetti appartengono a tutta la citt. Li doner appena dimostreranno di ascoltare i miei ripetuti appelli per listituzione di un museo.
La sua materia di ricerca Gaetano, gi ai tempi delle scuole medie quando consumava i libri di storia dellarte, lha battezzata la Napoletanistica. Larchiviazione di una sterminata serie di frammenti del passato partenopeo. Che spesso raccontano di pi del gioiello dantiquariato. Parla da sola, ad esempio, una scatola di legno con i nomi delle stanze di una casa. un rudimentale strumento di segnalazione elettrica con cui i nobili dell800 comunicavano alla servit in che area della magione si trovavano. Nei manifesti di spettacolo ci si perde: Gaetano riuscito ad ottenerne lotti interi, antichissimi, che recitano "Si principia alle otto e tre quarti ora di Francia" al Real Teatro del Fondo, poi Mercadante. Di locandine ha la maggiore raccolta di epoca preborbonica e quella riferita al Massimo napoletano. Le circensi sono le pi divertenti, promettono "esibizioni della tigre del Bengal e del Senegal, il quadrupede pi feroce del globo. E prove di forza mascellare". Si nota lannuncio del primo volo aerostatico di monsieur Guillot, anno 1848. Tra i manifesti teatrali spunta anche un ormai scomparso Teatro de Fiorentini. Il resto delle categorie di raccolta variano. Ci sono le classiche come numismatica, filatelia ed editoria. E meno classiche, i "Primati partenopei", lurbanistica, la storia del Banco di Napoli.
Gaetano di professione fa il consulente alla comunicazione e il giornalista. Non ha raccolto solo testimonianze ma anche elogi, anche autorevoli. Il suo fiore allocchiello un calendario del 1823 del Regno delle Due Sicilie, uno dei primi esempi di tipo moderno. Con giorni della settimana, santi e feste comandate. Nel riquadro in bella mostra allingresso, lallegoria dei leoni e della lupa circondano un altro indizio di modernit: Nel calendario c persino una donna discinta, scherza, riferendosi ad una castissima immagine femminile in effigie.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news